Qual è la differenza tra memoria esterna e interna in Android

Qual è la differenza tra memoria esterna e interna in Android

Cosa hanno in comune smartphone, laptop e smartwatch? Sono tutti dotati di spazio di archiviazione per salvare file di sistema, app e dati utente. L’archiviazione su telefoni Android è divisa in due categorie. Memoria esterna ed interna. Ma qual è la differenza tra memoria interna ed esterna? Quale dovremmo usare?

Mentre la maggior parte delle persone pensa alla memoria esterna come a schede SD e dischi rigidi esterni, non è del tutto vero. Comprendiamo la vera differenza tra questi due tipi di archiviazione e quando vengono utilizzati.


Leggi anche: Come pulire a fondo il tuo telefono Android, app, foto, video, cache e molto altro ancora

IN CHE MODO LA MEMORIA INTERNA È DIVERSA DALLA MEMORIA ESTERNA

La documentazione ufficiale di Android sull’archiviazione ci fornisce alcune indicazioni. Quando si installa un’app sul telefono, viene creata una cartella privata univoca alla quale solo l’app installata può accedere. Questi file sono archiviati nella memoria interna, a cui altre app o utenti non possono accedere.

I file di sistema Android sono anche memorizzati nella memoria interna, che non sono accessibili all’utente. Puoi scaricare un’app o eseguire il root del tuo smartphone per accedere a questi file.

Esistono due tipi di archiviazione esterna. Uno è la memoria o le schede SD che inseriamo manualmente. Questa è la forma più popolare di memoria esterna che la maggior parte degli utenti di smartphone conosce. In base a tale definizione, l’archiviazione cloud come Dropbox è detta archiviazione esterna.


Questa è chiamata memoria esterna secondaria. Quindi, qual è la memoria esterna primaria?

La memoria esterna primaria è quella accessibile dall’utente ma fa ancora parte della memoria incorporata. È qui che memorizzi foto, documenti e altri dati anche se non hai una scheda SD installata. In breve, la memoria integrata del telefono è divisa in due parti. Interna ed esterna.

La scheda SD installata può quindi essere chiamata: memoria esterna rimovibile.

PERCHÉ CREARE UNA MEMORIA INTERNA ED ESTERNA


La memoria interna viene utilizzata principalmente dagli OEM Android e dagli sviluppatori di app per archiviare file e dati sensibili. L’obiettivo qui è di proteggerli da danni accidentali o accidentali. Ma c’è di più. I file archiviati all’interno di directory create nella memoria interna non sono accessibili da altre app. Ciò fornisce un livello necessario di sicurezza e privacy ai tuoi dati.

I file archiviati nella memoria esterna primaria sono accessibili direttamente utilizzando l’app di esplorazione file integrata (Gestione file). Anche altre app sono in grado di accedere a questi dati. È qui che servono le autorizzazioni.

Quando un’app vuole accedere a questi dati, chiederà l’autorizzazione per accedere all’archiviazione esterna primaria o secondaria. L’app non può accedere ai file archiviati nella memoria interna a meno che non appartenga alla rispettiva app.


Ma non tutte le app lo fanno. L’ecosistema Android è noto per molte cose e in qualche modo la privacy non è la principale preoccupazione. Ci sono stati numerosi casi in cui le app sono state giudicate colpevoli di aver rubato i dati degli utenti senza autorizzazione o addirittura conoscenza degli utenti. In tali casi, l’importanza della memoria interna primaria che non è accessibile da altre app è molto importante.

ANCORA QUALCOSA DA DIRE

Ora sappiamo che la memoria interna viene utilizzata per l’archiviazione dei file del sistema operativo e delle app che non sono accessibili da altre app. Sappiamo anche che esistono due tipi di archiviazione esterna. La memoria esterna primaria viene utilizzata per salvare i dati a cui gli altri possono accedere.

Ad esempio, le impostazioni dell’app vengono archiviate nella memoria interna, ma i file MP3 scaricati utilizzando la stessa app vengono archiviati nella memoria esterna (primaria o secondaria).


La scheda SD è una memoria esterna secondaria, ma non fa parte del sistema. Puoi rimuoverla e portarla con te dove vuoi. Puoi anche collegarla direttamente al tuo laptop o ad altri dispositivi compatibili.

Ma quando si collega lo smartphone tramite cavo USB e si monta l’unità interna, è possibile accedere solo alla memoria esterna primaria e secondaria. Alcuni utenti chiamano Storage esterno primario come storage condiviso incorporato perché fa parte del sistema ma è accessibile liberamente all’utente.

Alcune app consentono agli utenti di archiviare i dati sulla scheda SD. Ciò offre flessibilità all’utente e maggiore controllo sui propri dati. Quando si disinstalla un’app, vengono eliminati anche tutti i dati archiviati nella cartella dell’app.

A volte, non tutti i dati vengono eliminati o le cartelle vuote vengono lasciate memorizzate nel telefono dalle app. Ciò può accumularsi nel tempo, causando problemi di archiviazione e ritardi nel sistema.

Molti smartphone premium hanno rimosso completamente la scheda SD ma offrono invece memoria integrata in diverse configurazioni di memoria. Questi possono iniziare da 2 GB e arrivare fino a 512 GB. Ciò rende ancora più necessario dividere la memoria interna in memoria interna ed esterna.

Quindi, la prossima volta che apri le Impostazioni sul telefono e vai su Archiviazione per controllare lo spazio disponibile, si tratta in realtà di Archiviazione esterna primaria accessibile in base alla progettazione. Si chiama solo memoria interna per l’utente finale in grado di distinguere meglio tra essa e le schede SD che potrebbe aver installato in aggiunta.

AUTORIZZAZIONI, AUTORIZZAZIONI

Si tratta di controllo, autorizzazioni, privacy e sicurezza. Ecco la versione breve. La memoria interna consente alle app di salvare dati riservati, che per impostazione predefinita impedisce l’accesso in lettura e scrittura a tutte le altre app e utenti.

La memoria esterna primaria fa parte della memoria integrata accessibile dall’utente e da altre app ma spesso con autorizzazioni. La memoria esterna secondaria è una scheda SD rimovibile dal telefono, un’alternativa plug-n-play.

Leave a Reply