Come ripristinare versioni precedenti di file in Windows 10

Come ripristinare versioni precedenti di file in Windows 10

Come ripristinare versioni precedenti di file in Windows 10

Nelle versioni precedenti di Windows, il salvataggio su un file era un disastro (almeno quando non era intenzionale). Oltre a Ripristino configurazione di sistema, Windows non aveva opzioni integrate per ripristinare le modifiche accidentali ai file. La versione originale del tuo file è andata persa a meno che tu non sia riuscito a salvarlo con un nuovo nome file.


Rendendosi conto che questo era un problema, Microsoft ha introdotto Cronologia file, una funzionalità che ti consente di ripristinare le modifiche ai tuoi file, ma ci sono alternative se preferisci utilizzare una soluzione di terze parti. Per ripristinare le versioni precedenti dei file in Windows 10, ecco cosa devi fare.

Ripristina le versioni precedenti dei file utilizzando la cronologia dei file

Se desideri ripristinare le modifiche a un file e ripristinare una versione precedente, il modo migliore per farlo è utilizzare le funzionalità di controllo delle versioni dei file di Windows. Dovrai prima aver abilitato la Cronologia file, che in genere utilizza un’unità esterna (o un’unità di rete in alcuni casi) per archiviare i file.

Se Cronologia file non è abilitata, potresti non essere in grado di ripristinare una versione precedente in Windows 10 a meno che tu non stia già sincronizzando i tuoi file con l’archiviazione cloud.

  1. Puoi verificare se la Cronologia file è abilitata nel menu Impostazioni di Windows. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e selezionare l’opzione Impostazioni per iniziare.
  2. Nel menu Impostazioni di Windows, seleziona Aggiornamento e sicurezza> Backup. Sotto l’Eseguire il backup utilizzando Storia File opzione, verrà elencato l’unità attualmente in uso per i backup cronologia dei file. Se uno non è elencato, dovrai abilitare la Cronologia file selezionando l’ opzione Aggiungi un’unità.
  3. Un elenco di unità esterne disponibili verrà visualizzato in un menu a discesa. Seleziona uno di questi per abilitare la Cronologia file. Il menu Backup si aggiornerà con un cursore che ti consentirà di attivare e disattivare la Cronologia file una volta che hai fatto ciò. Puoi selezionare le cartelle da monitorare selezionando Altre opzioni sotto il cursore.
  4. Nel menu Altre opzioni, puoi aggiungere o rimuovere cartelle per monitorare la Cronologia file selezionando l’ opzione Aggiungi una cartella sotto la categoria Esegui il backup di queste cartelle.
  5. È inoltre possibile modificare la frequenza di backup dei file e la frequenza di archiviazione dei backup. Per modificare queste impostazioni, modificare le impostazioni utilizzando i menu a discesa Backup dei miei file e Conserva i miei backup.
  6. Una volta abilitata la Cronologia file e monitorato le cartelle corrette, è possibile ripristinare le versioni precedenti dei file utilizzando Esplora file di Windows. Funzionerà solo per i file che modifichi dopo che la Cronologia file è stata abilitata. Per fare ciò, apri Esplora file e trova il file o la cartella contenente il file che desideri ripristinare. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file o sulla cartella, quindi selezionare l’ opzione Ripristina versioni precedenti.
  7. Nella scheda Versioni precedenti della finestra Proprietà, vedrai un elenco delle versioni precedenti del tuo file o cartella. Per visualizzare il file o la cartella, seleziona la versione che desideri ripristinare dall’elenco, quindi seleziona il pulsante Apri in basso. Se desideri ripristinarlo, seleziona invece Ripristina.
  8. Se si seleziona Ripristina, i file salvati in precedenza sovrascriveranno i nuovi file. Per salvare entrambe le copie, seleziona prima la freccia verso il basso accanto al pulsante Ripristina, quindi scegli invece Ripristina in.
  9. Seleziona una nuova cartella per salvare le versioni precedenti dei tuoi file, quindi seleziona l’ opzione Seleziona cartella.

Windows File Explorer si aprirà per mostrarti i file ripristinati, indipendentemente dal fatto che tu abbia scelto di sovrascrivere le nuove copie o di salvarle altrove. Questa opzione, come abbiamo detto, funziona solo se avevi abilitato Cronologia file prima di apportare modifiche ai file.

Sfortunatamente, non ci sono molte opzioni per aiutarti a ripristinare le versioni precedenti in Windows 10 se non hai già un sistema di backup in atto. Tuttavia, potresti avere più fortuna se hai eliminato il file, poiché Microsoft ora offre uno strumento di recupero file di Windows per recuperare i file persi.

Utilizzo di software di controllo delle versioni di file di terze parti

Cronologia file di Windows è un’ottima opzione per il controllo delle versioni dei file, ma si basa sull’utilizzo di un’unità esterna per i backup e i backup sono limitati a ogni 15 minuti. Sebbene supporti le unità di rete, il supporto per questo sembra essere più problematico, a seconda di come è configurata la rete.


Con questo in mente, potresti preferire utilizzare un software di controllo delle versioni di file di terze parti. Sebbene esistano opzioni a pagamento, una delle app di controllo delle versioni dei file più semplici per Windows è AutoVer, un’app gratuita che ti consentirà di eseguire regolarmente il backup dei file su unità esterne, unità di archiviazione collegate alla rete e server FTP offsite.

  1. Per iniziare, scarica e installa AutoVer sul tuo PC Windows. Una volta installato il software, è possibile iniziare a monitorare determinate cartelle selezionando l’ icona Aggiungi nuovo watcher nel client AutoVer.
  2. Dovrai identificare la cartella che desideri monitorare, nonché la posizione in cui salvare i backup dei file. Fornire un nome per la regola di monitoraggio nella casella Nome. Sotto Watch Folder, fornisci la posizione della cartella o dell’unità che desideri monitorare. Infine, fornire una posizione in cui salvare i backup nella casella Backup in. È possibile scegliere di utilizzare una posizione di backup locale come un’unità esterna o passare ai file di backup su FTP, scegliendo tra le opzioni Tipo di backup.
  3. Nella scheda Controllo delle versioni è possibile selezionare per quanto tempo si desidera salvare i file di backup. Se prevedi di eseguire il backup su un server remoto, puoi configurare le impostazioni di connessione FTP nella scheda FTP. Quando sei soddisfatto delle modifiche, seleziona il pulsante OK per salvare le modifiche.
  4. AutoVer eseguirà automaticamente il backup di tutte le modifiche ai file, quasi non appena apporti le modifiche. Tuttavia, per eseguire immediatamente la regola del watcher e iniziare un nuovo backup, selezionare il pulsante Sincronizza il watcher selezionato (Esegui backup ora!).
  5. Se desideri visualizzare i file di backup, puoi farlo facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla regola del watcher e selezionando l’ opzione Esplora backup. Questo aprirà AutoVer File Explorer, permettendoti di visualizzare i file che sono stati salvati. Se desideri ripristinare una versione precedente di un file, puoi selezionare una delle versioni di esso, selezionando una versione datata nella colonna di destra, quindi selezionando il pulsante Ripristina file.

Sebbene AutoVer possa sembrare un po ‘datato, funziona incredibilmente bene eseguendo regolarmente il backup dei file e offrendoti un’opzione di terze parti per il controllo delle versioni dei file in Windows 10. Il backup dei file viene eseguito quasi immediatamente, consentendo di recuperare rapidamente le modifiche ai file che potrebbero avere stato cambiato per errore.

Sebbene i servizi di archiviazione cloud come Google Drive siano opzioni alternative, sei limitato alla frequenza con cui è possibile archiviare le versioni del file. Ciò rende il controllo delle versioni dei file illimitato, come quelli offerti da AutoVer, una soluzione superiore per i backup a lungo termine.

Mantenere i file di Windows 10 al sicuro

Il tuo PC non durerà per sempre, quindi è importante avere sempre in mente un sistema di backup per Windows. Il ripristino delle versioni precedenti dei file in Windows 10 è molto più semplice se inizi a utilizzare l’archiviazione cloud offsite, come Google Backup e Sync, per archiviare copie dei tuoi file. 

Se sei preoccupato solo di ripristinare piccole modifiche, tuttavia, la cronologia dei file incorporata di Windows dovrebbe funzionare bene, ma puoi salvare le versioni dei file regolarmente utilizzando strumenti come AutoVer. Se hai eliminato i file per errore, potresti essere in grado di recuperarli utilizzando software di terze parti come Shadow Explorer.

Lascia un commento