Adobe Premiere Rush e Adobe Premiere Pro: quale dovresti usare?

By | Novembre 25, 2021
Adobe Premiere Rush e Adobe Premiere Pro

Non riesci a decidere tra Adobe Premiere Rush e Adobe Premiere Pro? In questa guida ti aiuteremo a scegliere quello giusto per te. Non c’è dubbio che Adobe Premiere Pro si sia guadagnato il suo posto tra gli strumenti su cui un editor professionista può fare affidamento: Deadpool, Hail Caesar e Gone Girl sono solo alcuni dei grandi lungometraggi che sono stati montati con questo software negli ultimi anni.


Ma Adobe Premiere Rush, il suo cugino più giovane ed essenziale, potrebbe essere un’alternativa più economica per l’editing video? 10 migliori software di editing video per Windows 10/8/7 Questo articolo esaminerà le funzionalità e i prezzi di entrambi questi pacchetti software.

Adobe Premiere Rush e Adobe Premiere Pro: prezzi

Secondo la guida ai prezzi di Adobe, la quota di abbonamento di Premiere Pro è di € 20,99 al mese per il piano mensile predefinito. Tuttavia, fa anche parte del più pesante pacchetto Creative Cloud da € 52,99 al mese.


Incluso nel pacchetto, ottieni 100 GB di spazio di archiviazione cloud, oltre all’accesso ad Adobe Fonts, Adobe Spark, Adobe Portfolio e, importante notare, Adobe Premiere Rush.

La struttura dei prezzi di Adobe Premiere Rush è un po’ più complicata, in quanto include tre diversi livelli: un piano iniziale, un piano mobile e un piano per app singola.


Ricorda che con qualsiasi account Creative Cloud gratuito, puoi accedere alla versione iniziale di Adobe Premiere Rush. Questo include esportazioni mobili illimitate su iOS e Android, tre esportazioni desktop su Mac e PC e 2 GB di spazio di archiviazione cloud.

Il livello successivo è il piano Adobe Premiere Rush Mobile, che ti costerà € 5 al mese. Ciò offre esportazioni mobili illimitate, tutte le funzionalità del piano Starter, 100 GB di spazio di archiviazione cloud, nonché l’accesso ad Adobe Portfolio, Fonts e Spark. Ti dà anche la possibilità di sincronizzare i progetti tra i dispositivi.

Infine, il piano per app singola Adobe Premiere Rush arriva a € 9,99 al mese. Ciò offre esportazioni illimitate su desktop e dispositivi mobili e tutte le altre funzionalità del piano mobile.

Adobe Premiere Pro. vs Premiere Rush: Portabilità


Sulla carta, Adobe Premiere Rush ha un vantaggio su Premiere Pro. Sebbene Rush possa funzionare su più dispositivi, inclusi iPad, tablet, cellulari e computer desktop tipici, Premiere Pro è disponibile solo su macOS e Windows.

Ma poiché Premiere Rush è incluso nell’abbonamento a Premiere Pro, qualsiasi utente di Premiere Pro avrebbe accesso a questo software. Premiere Rush è anche in grado di migrare il lavoro su Pro.

È importante differenziarsi dall’app Rush sui dispositivi intelligenti e dal software Rush sui computer desktop, poiché le funzionalità premium di Rush si concentrano sull’uso illimitato dell’app desktop.

Testiamo l’app Rush

L’uso dell’app Premiere Rush su iPhone 11 è reattivo e relativamente veloce da usare, una volta che si ha familiarità con l’interfaccia touchscreen.

Nell’app, hai accesso a una timeline di base per la modifica delle clip, nonché aree di lavoro per aggiungere grafica, transizioni, effetti speciali, colore e velocità della clip.

Per quanto riguarda l’audio, esiste anche una versione semplificata dell’area di lavoro di Essential Sounds.

Puoi importare filmati dal rullino fotografico o dalla tua app File su iOS, in teoria permettendoti di modificare i filmati da una scheda SD. Sorprendentemente, l’app supporta un’ampia gamma di formati, inclusi codec professionali, come ProRes e DNX.

Per l’editing in movimento su un dispositivo intelligente, Premiere Rush ha sicuramente alcuni punti di forza. Tuttavia, non ha ancora la stessa libreria di funzionalità della versione desktop di Premiere Pro: tralascia il mixaggio e gli effetti audio avanzati, nonché la stabilizzazione della distorsione, per citarne solo alcuni.

La funzione di correzione del colore in Adobe Premiere Rush su dispositivi mobili è stata davvero impressionante, anche se non intuitiva come i plug-in Lumetri di Premiere Pro. Un punto da notare è che l’app Premiere Rush si basa sulla creazione di file proxy nel cloud durante la gestione di filmati ad alta risoluzione.

Ciò significa che una connessione Internet ad alta velocità è essenziale se vuoi essere in grado di modificare senza problemi senza incorrere in notevoli difficoltà di prestazioni. Potresti volerlo tenere a mente se stai lavorando su qualcosa di delicato.

Adobe Premiere Pro e Premiere Rush: versione desktop

Premiere Rush è decisamente orientato verso il creatore di contenuti casuali e l’iterazione desktop di Rush ne è una testimonianza. A parte la creazione di proxy su un disco rigido anziché nel cloud, il layout e le funzionalità sono molto simili, se non identiche a Premiere Pro.

Adobe Premiere Rush

Come prima, hai accesso a effetti, strumenti colore, audio e transizioni. Durante il test del software, non sembravano esserci funzionalità aggiuntive offerte dalla versione desktop sull’app, presumibilmente per massimizzare la compatibilità tra i dispositivi.

Un punto interessante da notare è che le scorciatoie da tastiera di Premiere Pro non sembrano funzionare in Rush. Oltre a poter utilizzare i tasti freccia per navigare nella timeline, lo spostamento delle clip può essere ottenuto solo trascinando e rilasciando il metraggio.

Una volta che il tuo progetto è stato modificato, puoi esportare il tuo file video in una serie di preset. Vale la pena notare che durante il nostro test di Rush, tutti sono risultati essere formati web che utilizzano il codec H.264. Questo rende Rush meno adatto alla produzione di video ad alta risoluzione da mostrare oltre i canali online.

È interessante notare che puoi anche accedere ai canali dei social media, consentendoti di pubblicare i tuoi contenuti direttamente su piattaforme come YouTube e Facebook. Questo è un vantaggio particolare per qualsiasi vlogger.

Adobe Premiere Pro

Premiere Pro è progettato per l’editor video professionale per creare contenuti video che possono essere visti su qualsiasi cosa, dal video web alla trasmissione e al lungometraggio. Di conseguenza, le sue funzionalità e capacità di personalizzazione superano di gran lunga ciò che offre Rush.

Offre scorciatoie da tastiera completamente personalizzabili, oltre al supporto di input per hardware come tavolette grafiche, visori VR e console di editing. Inoltre, ha la compatibilità con Adobe Link, che consente lo spostamento di risorse e sequenze tra altre app Adobe, come Adobe After Effects.

Ha una vasta gamma di effetti, tra cui la trasparenza del colore, la stabilizzazione della distorsione, il mascheramento e il tracciamento del movimento. Premiere Pro supporta anche l’installazione di plug-in di terze parti per aumentare le sue capacità e offrire effetti avanzati.

Può esportare file in diversi formati, inclusi file specializzati come le sequenze DPX per il color grading professionale. Può funzionare con una gamma versatile di frame rate, codec e risoluzioni e offre anche la possibilità di creare proxy per flussi di lavoro più veloci.

Inoltre, consente anche l’esportazione di timeline in formati come EDL e XML. Ciò consente di migrare i progetti su altri software di editing e audio per ulteriori lavori di post-produzione.

Quale software di editing video è adatto a te?

Premiere Rush si sente e agisce in modo molto simile alla guida per principianti a Premiere Pro, offrendo un set leggero di funzionalità a una frazione del prezzo mensile.

È improbabile che qualsiasi editor professionista tragga molto vantaggio da Rush, al di là forse della creazione di assiemi di base per la messa a punto in Pro. L’enorme quantità di effetti, aree di lavoro e capacità di esportazione/importazione di Premiere Pro significa che il divario tra Premiere Pro e Rush è enorme.

Per i creatori di contenuti occasionali e coloro che hanno appena iniziato con l’editing video, Rush potrebbe essere il software di prima scelta. Sembra che sia nella stessa fascia di iMovie di Apple, offrendo un semplice set di strumenti per realizzare un prodotto video. Ed è in quella semplicità che eccelle.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *