Windows 10 lento, 5 soluzioni

Windows 10 lento

Windows 10 lento, 5 soluzioni

Da quando è stato rilasciato nel 2015, Windows 10 ha ricevuto aggiornamenti regolari. Normalmente, questi aggiornamenti aiutano a migliorare la sicurezza e le prestazioni complessive del sistema operativo. Ma questo non avviene sempre così facilmente come ci si potrebbe aspettare. Molti utenti si lamentano del fatto che Windows 10 va lento dopo l’aggiornamento. Ci sono molte possibili ragioni per cui Windows 10 è diventato lento dopo un aggiornamento. Forse ci sono molte app in background in esecuzione. O forse alcuni file di sistema sono andati persi durante l’aggiornamento. Cerchiamo di risolvere il problema.


Leggi anche: Come ripristinare Microsoft Store in Windows 10 e 11

1. Se Windows 10 è lento all’avvio, disattiva le app in background

Se Windows 10 è lento all’avvio, le app in background sono la causa. Mentre alcune di queste app sono vitali per la sicurezza e le prestazioni complessive del tuo sistema operativo, altre non sono poi così importanti. Le app di terze parti che vengono eseguite in background, in particolare, hanno un impatto sull’utilizzo della CPU, della memoria o del disco di un computer. La chiusura di queste app potrebbe potenzialmente velocizzare Windows 10. Per fare ciò, attenersi alla seguente procedura:

  1. Fare clic su Start, digitare Impostazioni e fare clic sull’app Impostazioni.
  2. Nell’app Impostazioni, fai clic su “Privacy” e quindi scorri verso il basso l’elenco a sinistra per trovare “App in background“. Cliccaci sopra.
  3. Dall’elenco intitolato “Scegli quali app possono essere eseguite in background” disattiva tutte le applicazioni che non ti servono.

Nella maggior parte dei casi, questa semplice soluzione velocizzerà l’avvio di Windows. Se questo basta, prova la soluzione successiva.

2. Esegui un avvio pulito di Windows

La seconda cosa che dovresti provare è eseguire un avvio pulito. Un avvio pulito avvierà il computer con la minor quantità possibile di applicazioni e driver all’avvio. Se dopo aver provato le soluzioni di qui sopra, Windows 10 va ancora lento, la colpa potrebbe essere di un driver o un’applicazione aggiornati di recente, questo ti aiuterà a riconoscerlo. Basta andare su Configurazione di sistema. Deseleziona “Carica elementi di avvio” e seleziona “Nascondi tutti i servizi Microsoft“. E riavvia il computer.

3. Riparare file danneggiati o corrotti

Se Windows update si è bloccato, potresti ritrovarti con file di sistema danneggiati o corrotti. Questo a sua volta potrebbe portare il tuo computer a comportarsi in modo strano e persino rallentare. Ci sono due strumenti che puoi usare per risolvere questo problema. Il primo è chiamato System File Checker (SFC) e il secondo è chiamato Deployment Image Servicing and Management (DISM). Tenta la fortuna prima con SFC. Segui questi passi:

  1. Fare clic su Start, digitare Prompt dei comandi, fare clic con il pulsante destro del mouse sull’app Prompt dei comandi e fare clic su “Esegui come amministratore“. Consenti autorizzazioni.
  2. Nella console del prompt dei comandi, digita sfc /scannow e premi Invio.
  3. Attendi il completamento della scansione. Quando ciò accade, riavvia il computer.

Se la scansione SFC non risolve il problema, passa allo strumento DISM. Segui questi passi:


  1. Fare clic su Start, digitare Prompt dei comandi, fare clic con il pulsante destro del mouse sull’app del prompt dei comandi e fare clic su “Esegui come amministratore“. Consenti autorizzazioni.
  2. Nella console del prompt dei comandi, digita DISM /Online /Cleanup-Image /CheckHealth e premi Invio.
  3. Se questa scansione non rileva alcun problema, è possibile eseguire una seconda scansione più avanzata. Nel prompt dei comandi, digita Dism /Online /Cleanup-Image /ScanHealth
  4. Se uno dei comandi nel passaggio 2 o 3 mostra file danneggiati/corrotti, dovrai sostituirli con file integri. Per scaricare file sani e usarli per sostituire i file corrotti e danneggiati, digita Dism /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth.
  5. Riavvia il tuo computer.

4. Ripristina il recente aggiornamento di Windows

La seconda cosa che potresti provare se Windows 10 va ancora lentissimo, è disinstallare gli aggiornamenti più recenti. Segui questi passi:

  1. Fare clic su Start, digitare Impostazioni e fare clic sull’app Impostazioni.
  2. Nell’app Impostazioni, fai clic su “Aggiornamento e sicurezza” e quindi “Windows Update” dall’elenco a sinistra.
  3. Scorri verso il basso la finestra di Windows Update e fai clic su “Visualizza cronologia aggiornamenti“. Nella finestra della cronologia degli aggiornamenti, fai clic su “Disinstalla aggiornamenti” in alto.
  4. Questo ti porterà a un elenco composto da tutti gli aggiornamenti di Windows installati nel tuo computer. Se non sono elencati nell’ordine della data di installazione, fare clic su “Installato su
  5. Trova e disinstalla un aggiornamento alla volta.
  6. Riavviare. Se Windows è ancora lento, ripetere il passaggio 5 per gli altri aggiornamenti recenti. Fallo finché il tuo Windows non funziona di nuovo velocemente.

5. Eseguire un Ripristino configurazione di sistema di Windows

Se le soluzioni presentate sopra non hanno funzionato per te, come ultima risorsa, puoi provare a ripristinare il tuo Windows su una versione precedente che funzionava bene. Attenersi alla seguente procedura per eseguire un ripristino del sistema di Windows:

  1. Fare clic su Start, digitare Crea un punto di ripristino e fare clic su di esso.
  2. In Proprietà del sistema, fare clic su “Ripristino configurazione di sistema“.
  3. Verrà visualizzata una finestra di dialogo Ripristino configurazione di sistema. Fare clic su “Avanti“.
  4. Dall’elenco dei punti di ripristino, scegline uno in cui sei sicuro che tutto abbia funzionato correttamente.
  5. Fare clic su “Avanti” e quindi su “Fine“.

Questo ripristinerà Windows al punto precedente selezionato.

Perché Windows 10 lento e si blocca dopo l’aggiornamento?

Se Windows 10 è lento all’avvio dopo un’aggiornamento, è probabile che la causa siano alcuni file di sistema danneggiati o corrotti. È possibile diagnosticare e correggere questo errore utilizzando SFC o DISM. Ne abbiamo parlato sopra.

Lascia un commento