Vai al contenuto
Home » Guide Android » Sbloccare Bootloader Samsung: 2 metodi

Sbloccare Bootloader Samsung: 2 metodi

    Sbloccare Bootloader Samsung

    Sbloccare Bootloader Samsung: Tutto Quello che Devi Sapere per Liberare il Vero Potenziale del Tuo Smartphone – Metodi Testati, Vantaggi e Precauzioni! Il sistema operativo Android, basato sulla piattaforma Linux, si distingue per la sua elevata personalizzabilità e facilità di utilizzo, sia per gli utenti comuni che per gli sviluppatori. In particolare, i dispositivi Samsung Galaxy avviano il bootloader non appena si accendono, determinando se avviare il sistema operativo Android o la modalità di recupero. Questo componente essenziale include il file di avvio, il kernel e il framework di sistema, che assicurano un avvio rapido e fluido del dispositivo ad ogni accensione. Questo articolo intende illustrare le modalità per sbloccare il bootloader su dispositivi Samsung Galaxy, attraverso vari metodi.

    Se la monotonia dell’interfaccia utente di serie o della modalità di recupero ti annoia e desideri esplorare nuove interfacce o installare firmware personalizzati, ottenere i permessi di root o altro, lo sblocco del bootloader è imprescindibile. Infatti, senza superare questo passaggio, non è possibile procedere ulteriormente. Va notato che i produttori di smartphone, per motivi legati alla sicurezza e alla privacy, non forniscono dispositivi con bootloader già sbloccato. Tuttavia, se sei un utente esperto o uno sviluppatore, puoi procedere allo sblocco seguendo delle specifiche procedure. È importante sottolineare che questa operazione potrebbe invalidare la garanzia del dispositivo, se prevista.

    Cosa è il Bootloader?

    Il bootloader di un dispositivo è un codice o programma che si attiva all’accensione del dispositivo stesso, con lo scopo di selezionare e avviare il sistema operativo. In sostanza, comunica al sistema operativo e al kernel se avviare la modalità di recupero o procedere con il processo di avvio. Questo elemento è presente in tutti i dispositivi che operano con un sistema operativo, inclusi smartphone, tablet e PC.

    Grazie alla natura open-source di Android, sbloccare il bootloader è relativamente semplice e apre le porte a una vasta gamma di personalizzazioni. Sbloccandolo, si ha la possibilità di installare ROM personalizzate, ottenere i permessi di root, installare file mod, recovery personalizzate e molto altro, ampliando così le possibilità di personalizzazione del proprio dispositivo Android. Analogamente, è possibile anche ri-bloccare il bootloader, qualora necessario.

    Introduzione allo Sblocco del Bootloader

    Il Bootloader rappresenta una sorta di custode per il sistema operativo di un dispositivo Android, mantenendolo sigillato per ragioni legate alla sicurezza e alla privacy. Data la natura open-source di Android, che permette ampie libertà di modifiche, i produttori di dispositivi (OEM) preferiscono preservare l’unicità del loro software, specificamente ottimizzato per i loro modelli. Di conseguenza, molti OEM non forniscono dispositivi con il bootloader già sbloccato.

    Sbloccare il Bootloader su dispositivi come Samsung Galaxy apre le porte a infinite possibilità di personalizzazione e funzionalità aggiuntive. È doveroso sottolineare come il firmware di fabbrica limiti queste potenzialità, restringendo gli utenti a una superficie di personalizzazione piuttosto superficiale. Al contrario, lo sblocco del bootloader consente di installare firmware personalizzati, file di recupero su misura, ottenere i diritti di root e molto altro. Perciò, è un passaggio fondamentale per chi desidera esplorare oltre i confini del software preinstallato.

    Vantaggi nello Sbloccare il Bootloader

    1. Flashare ROM Personalizzate: Sostituire il sistema operativo di fabbrica con uno modificato per funzionalità o prestazioni migliorate.
    2. Installare un Recovery Personalizzato (TWRP): Fornisce strumenti avanzati di backup, ripristino e installazione di software non ufficiale.
    3. Installare l’Accesso Root (SuperSU o Magisk): Concede privilegi amministrativi per modifiche profonde al sistema.
    4. Alcuni OEM, tra cui Samsung, offrono metodologie o strumenti ufficiali per sbloccare il Bootloader.

    Svantaggi nello Sbloccare il Bootloader

    • Lo sblocco potrebbe invalidare la garanzia del dispositivo.
    • Si potrebbe non mantenere lo stesso livello di prestazioni.
    • Un processo di sblocco non corretto potrebbe causare il blocco del dispositivo in una schermata di avvio (boot loop) o danneggiarlo irrimediabilmente (brick).
    • Le misure di sicurezza e privacy potrebbero risultare compromesse.
    • La procedura cancellerà completamente tutti i dati sul dispositivo.

    In sintesi, sbloccare il bootloader di un dispositivo Samsung, come i modelli della serie Galaxy, è una procedura che apre a vasti orizzonti di personalizzazione, a patto di accettarne i rischi e le responsabilità. Questo processo, noto anche come “Unlock Bootloader Samsung Devices”, rappresenta il primo passo per chiunque desideri esplorare a fondo le potenzialità del proprio dispositivo, pur consapevole delle implicazioni che ne derivano.

    Cos’è Fastboot?

    Fastboot rappresenta uno strumento basato su comandi, operativo unicamente in modalità bootloader o fastboot. Questa utility permette di caricare con facilità file fastboot o immagini sul dispositivo, offrendo la possibilità di ripristinare il recupero di serie, sbloccare il bootloader, azzerare i dati del telefono e molto altro mediante vari comandi.

    Iniziando semplicemente avviando il dispositivo in modalità fastboot e collegandolo al PC, l’inserimento di comandi specifici apporterà le modifiche desiderate. È importante sottolineare che l’utilizzo dello strumento e del metodo Fastboot è notevolmente intuitivo e semplice. Seguendo i comandi indicati passo dopo passo, si otterranno i risultati sperati.

    Prerequisiti

    Per procedere, è necessario disporre di un PC o laptop e di un cavo USB. Assicurati che il dispositivo sia carico almeno al 60% prima di iniziare qualsiasi operazione. È indispensabile scaricare e installare sul proprio PC gli strumenti ADB e Fastboot, disponibili sia per Windows che per Mac. Si raccomanda vivamente di effettuare un backup completo del dispositivo, senza necessità di root.

    Avvertenze

    Il processo di sblocco del bootloader sui dispositivi Samsung Galaxy potrebbe invalidare la garanzia del dispositivo. Noi di GetDroidTips non ci assumiamo responsabilità per eventuali danni o errori che possono verificarsi al vostro dispositivo durante o dopo aver seguito questa guida. È fortemente consigliato eseguire un backup completo del dispositivo, come già menzionato nei prerequisiti, per una maggiore sicurezza.

    Sbloccare il Bootloader su Dispositivi Samsung

    Per sbloccare il Bootloader sui dispositivi Samsung, incluso il Galaxy, il processo richiede di seguire alcune istruzioni dettagliate che assicurano il successo dell’operazione senza intoppi. Analogamente a come un serraturista deve selezionare l’attrezzo giusto per sbloccare una serratura complessa, gli utenti devono seguire attentamente i passi necessari per sbloccare il Bootloader del loro dispositivo Samsung, garantendo così l’accesso a una maggiore personalizzazione e controllo del loro telefono.

    Nuovo Metodo: Procedura per Sbloccare il Bootloader sui Dispositivi Samsung

    Questo metodo è applicabile esclusivamente ai dispositivi che sono stati lanciati con Android 9.0 Pie o versioni successive.

    Attivazione della Modalità Sviluppatore

    1. Apri l’applicazione Impostazioni.
    2. Scorri verso il basso fino a trovare e selezionare l’opzione per gli Sviluppatori.
    3. Attiva l’opzione OEM Unlock e conferma la tua scelta.

    Entrata in Modalità Download

    1. Spegni il dispositivo.
    2. Premi contemporaneamente il tasto Bixby + Volume Giù e collega il dispositivo a un PC per accedere alla modalità download.
    3. Mantieni premuto il tasto del volume su per sbloccare il bootloader. Questa operazione cancellerà tutti i dati e riavvierà automaticamente il dispositivo.

    Nota Bene: Lo sblocco del bootloader comporterà la cancellazione completa dei dati sul dispositivo. È quindi consigliato eseguire un backup completo del telefono prima di procedere.

    A dispetto di quanto si possa pensare, il bootloader potrebbe non essere sbloccato immediatamente. Samsung ha introdotto un sistema chiamato VaultKeeper, il quale rifiuterà qualsiasi partizione non ufficiale fino a che VaultKeeper non ne permetta esplicitamente l’uso.

    • Completa la configurazione iniziale del dispositivo, collegandolo a Internet.
    • Attiva nuovamente le opzioni per sviluppatori e verifica che l’opzione di sblocco OEM sia presente e non selezionabile. Questo passaggio consente a VaultKeeper di verificare l’abilitazione dell’opzione e assicurarsi che il dispositivo sia nello stato corretto per accettare immagini non ufficiali in modalità download, ovvero con il bootloader effettivamente sbloccato.

    Metodo 1: Procedura per Sbloccare il Bootloader su Telefoni Samsung Galaxy Senza PC (Consigliato)

    Se il tuo dispositivo Samsung Galaxy è equipaggiato con chipset MediaTek, Qualcomm o Exynos, prevalentemente in Asia, Europa o Cina, sbloccare il bootloader o attivare OEM Unlock è relativamente semplice.

    1. Abilita le Opzioni Sviluppatore nel dispositivo Galaxy accedendo al menu Impostazioni.
    2. Tocca la sezione Informazioni sul telefono e premi 7 volte di seguito sul Numero Build.
    3. Torna al menu Impostazioni, scorri verso il basso e attiva la levetta OEM Unlock.

    Metodo 2: Procedura per Sbloccare il Bootloader su Telefoni Samsung Galaxy via PC (ADB & Fastboot)

    In alcuni casi, il produttore potrebbe non permettere uno sblocco facile del bootloader. Potrebbe essere necessario ottenere un permesso e il codice dal produttore. Segui questi passaggi se hai ottenuto il codice:

    1. Abilita le Opzioni Sviluppatore e OEM Unlock sul dispositivo, come già menzionato.
    2. Attiva il Debug USB nelle Opzioni Sviluppatore per collegare il dispositivo al PC.
    3. Scarica, estrai e installa il file zip ADB & Fastboot sul tuo PC.
    4. Connetti il telefono al PC tramite cavo USB.
    5. Spegni il telefono e accedi alla modalità fastboot.
    6. Nel folder ADB & Fastboot sul PC, premi Shift + Click destro del mouse su un’area vuota per aprire il prompt dei comandi di Windows.
    7. Inserisci il comando adb devices e poi adb reboot bootloader per riavviare il telefono in modalità bootloader.
    8. Utilizza il comando fastboot oem unlock per sbloccare il bootloader.

    Nota Importante: Questo processo cancellerà completamente i dati sul dispositivo. Queste istruzioni dovrebbero assisterti nel processo di sblocco del bootloader sui dispositivi Samsung, garantendoti una maggiore flessibilità nel personalizzare e ottimizzare il tuo dispositivo. In caso di dubbi o difficoltà, non esitare a chiedere ulteriori chiarimenti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *