Vai al contenuto
Home » Guide Android » Passare da SuperSu a Magisk (Guida dettagliata)

Passare da SuperSu a Magisk (Guida dettagliata)

    Passare da SuperSu a Magisk

    Guida Completa: Passare da SuperSu a Magisk per il Rooting del Tuo Smartphone – Scopri Come Fare il Passaggio Senza Intoppi e Massimizzare la Sicurezza e le Prestazioni del Tuo Dispositivo Android! Nell’ambito dell’utilizzo di un sistema operativo open-source come Android, ottenere privilegi amministrativi, noti comunemente come rooting del dispositivo, si posiziona in cima alla lista per sfruttare al massimo le potenzialità offerte. Questo processo apre le porte a un’ampia gamma di benefici, permettendo, ad esempio, l’installazione di binari personalizzati o l’esplorazione di mod. Tradizionalmente, SuperSU rappresentava la soluzione predominante per effettuare il rooting degli smartphone.

    Tuttavia, questa metodologia presentava una significativa limitazione: la modifica della partizione di sistema. Tale azione attivava il meccanismo di sicurezza SafetyNet, causando il malfunzionamento di diverse applicazioni. Questo contesto ha preparato il terreno per l’avvento di Magisk, una soluzione che permette di ottenere i permessi di root mantenendo inalterata la partizione di sistema, preservando così l’integrità di SafetyNet.

    La conservazione dell’integrità di SafetyNet consente alle applicazioni sensibili alla sicurezza, come Pokemon Go, Google Pay e Netflix, di operare senza intoppi su dispositivi rooted. Grazie a questi vantaggi, molti appassionati di tecnologia hanno voltato lo sguardo verso Magisk. Se anche tu stai utilizzando SuperSU e desideri migrare a Magisk, questa guida fornirà tutte le indicazioni necessarie per completare il processo.

    SuperSu vs Magisk

    Quando si parla di metodi di rooting per dispositivi Android, la scelta spesso oscilla tra Magisk e SuperSU. Entrambi offrono la possibilità di ottenere i permessi di root, ma la loro applicabilità varia a seconda della versione di Android installata sul dispositivo. Per coloro che possiedono dispositivi con versioni antecedenti ad Android Marshmallow, SuperSU rappresenta spesso l’unica soluzione praticabile, essendo questo strumento radicato nella comunità da più tempo. Magisk, invece, emerge come l’opzione preferita per le versioni più recenti di Android, grazie alla sua capacità di offrire un accesso root senza modificare i file di sistema originali.

    1. Metodi di Rooting

    La principale differenza tra i due strumenti risiede nel loro approccio al rooting. SuperSU si installa sostituendo interamente la partizione di sistema, un metodo che ha perso efficacia con l’introduzione di patch di sicurezza più robuste da parte di Android. Magisk, al contrario, opera sostituendo l’immagine di avvio del sistema, preservando i file originali. Questo rende Magisk particolarmente vantaggioso per chi desidera mantenere l’uso di applicazioni sensibili alla sicurezza, come quelle bancarie o giochi che richiedono un sistema non modificato.

    Un’altra distinzione importante è la facilità di rimozione del root: con Magisk è un processo semplice e reversibile, mentre con SuperSU richiede il ripristino dell’immagine di sistema, con il rischio di perdita di dati.

    2. Moduli

    L’ecosistema di Magisk supera SuperSU anche per quanto riguarda i moduli disponibili. Mentre SuperSU offre accesso limitato ad applicazioni root e al framework Xposed, Magisk apre le porte a un’ampia varietà di moduli che possono radicalmente trasformare l’esperienza utente su Android, dall’aggiornamento degli emoji alla gestione avanzata della RAM, dall’abilitazione della Camera2 API a personalizzazioni specifiche del dispositivo.

    3. Open Source vs Closed Source

    Sul piano della trasparenza e della filosofia di sviluppo, SuperSU e Magisk si distinguono per la loro natura di open source e closed source, rispettivamente. SuperSU, appartenente alla categoria open source, permette una maggiore apertura e accessibilità al suo codice sorgente, ricordando sistemi operativi come Linux, apprezzati per la sicurezza e la libertà che offrono. Magisk, sebbene sia un’applicazione closed source, garantisce sicurezza e affidabilità, come dimostrato dai numerosi sviluppatori che lo hanno testato.

    Magisk vanta inoltre un’interfaccia utente più raffinata e riceve aggiornamenti OTA, assicurando che il dispositivo rimanga sempre aggiornato con le ultime funzionalità.

    In conclusione, sebbene SuperSU sia stato un fedele compagno per gli utenti Android per anni, Magisk si presenta oggi come l’opzione più avanzata e versatile per il rooting, offrendo un’ampia gamma di funzionalità senza compromettere la sicurezza o la funzionalità del dispositivo.

    Passare da SuperSu a Magisk (Guida passo passo)

    Prima di iniziare con la procedura, è essenziale effettuare un backup completo del dispositivo. Dopo aver garantito la sicurezza dei vostri dati, seguite i passaggi sottostanti per completare il passaggio.

    Passaggio 1: Rimozione di Tutte le Modifiche di Root

    Come primo passo, è necessario disinstallare qualsiasi modifica apportata al dispositivo. Questo include, ma non è limitato a, framework come Xposed, temi come Substratum e moduli di Magisk. Inoltre, qualsiasi alterazione apportata alla partizione di sistema deve essere ripristinata allo stato originale. Il vostro dispositivo non deve presentare binari personalizzati o modifiche alla partizione di sistema.

    Passaggio 2: Rimuovere il Root con SuperSu

    Procedere quindi con la rimozione del root. Ecco come fare:

    1. Avviare l’applicazione SuperUser e navigare nel menù delle impostazioni.
    2. Selezionare l’opzione “Full unroot” e confermare la scelta.
    3. Se viene chiesto di ripristinare l’immagine di avvio di stock, rispondere affermativamente.
    4. Seguire le istruzioni per ripristinare l’immagine di recupero di stock se necessario. Se avete già installato TWRP, selezionate “No”. Altrimenti, rispondete “Sì” e procedete con il passaggio successivo per il cambio da SuperSu a Magisk.

    Passaggio 3: Installare la recovery Personalizzata TWRP

    Il prossimo step richiede l’installazione del recupero personalizzato TWRP, essenziale per l’installazione di Magisk e, di conseguenza, per ottenere i permessi di root. Consultate la nostra guida dettagliata su come installare TWRP su qualsiasi dispositivo Android.

    Passaggio 4: Scaricare Magisk

    Successivamente, è necessario scaricare il file di Magisk. Potete ottenere l’ultima versione del file ZIP di Magisk e dell’app Magisk Manager dai link forniti. Il file ZIP sarà installato tramite TWRP, mentre l’APK servirà per gestire i permessi di root.

    Passaggio 5: Installare Magisk tramite TWRP

    1. Trasferire il file ZIP di Magisk sul dispositivo.
    2. Avviare il dispositivo in modalità TWRP utilizzando le combinazioni dei tasti hardware o il comando adb.
    3. Una volta in TWRP, selezionare “Install”, scegliere il file ZIP di Magisk e confermare l’installazione.
    4. Riavviare il dispositivo nel sistema operativo e installare l’APK di Magisk Manager.
    5. Avviare Magisk Manager per gestire tutte le operazioni relative ai permessi di root.

    Concludendo, questa guida illustra il processo per passare da SuperSu a Magisk in modo efficace e sicuro. Per qualsiasi dubbio o chiarimento, non esitate a lasciare un commento nella sezione dedicata.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *