MacBook non si ricarica? 5 Possibili soluzioni

By | Febbraio 19, 2021
MacBook non si ricarica

Nella nostra esperienza, gli Apple MacBook sono alcuni dei computer più affidabili che puoi acquistare. A parte le strane decisioni di progettazione scadenti che puoi vedere spiegate dal brillante Louis Rossman, la maggior parte delle persone scopre che i loro MacBook continuano a viaggiare su camion. Questo è uno dei motivi per cui un grave guasto del dispositivo può essere uno shock. Un minuto il tuo MacBook funziona bene, quello dopo non si ricarica!

Esistono diversi motivi per cui il tuo MacBook potrebbe non caricarsi. Alcuni possono essere riparati da soli, altri richiedono che Apple o una società di riparazione di terze parti certificata se ne occupi. Esaminiamo le cause comuni e le soluzioni per quando il tuo MacBook non vuole ricaricarsi.

I due tipi di MacBook “non in carica”

Ci sono alcune cose che “MacBook non si carica” ​​può significare. Il più comune è che colleghi il cavo di ricarica e il tuo MacBook non si accende o la batteria continua a scaricarsi anche se hai collegato l’alimentazione.

Il secondo motivo per cui qualcuno potrebbe voler cercare questo problema è un messaggio sotto lo stato della batteria che dice “non in carica”. Tuttavia il computer funziona normalmente e il livello della batteria non scende, diminuisce più lentamente o addirittura aumenta lentamente nel tempo.

Questa seconda situazione si verifica quando il MacBook deve assorbire più energia di quella fornita tramite il cavo. Di solito è perché stai usando un alimentatore con una potenza insufficiente. Arriveremo a questo problema a breve, ma prima diamo un’occhiata a cosa puoi fare se il tuo MacBook è completamente guasto e non si carica.

1. Il mio MacBook è guasto

Se il tuo MacBook non si accende o non si carica anche quando lo colleghi all’alimentazione, potresti avere un MacBook morto tra le mani. Prima di portarlo ad un Apple Genius, tuttavia, ecco alcune cose da provare:

  • Tieni premuto il pulsante di accensione per 10 secondi, che costringerà il MacBook a spegnersi. Quindi prova ad accenderlo come al solito.
  • Dopo aver fatto ciò e non c’è ancora risposta, puoi tentare un ripristino di SMC (System Management Controller). Tieni premuto Maiuscole-Ctrl-Opzione sul lato sinistro della tastiera insieme al pulsante di accensione per 10 secondi. Quindi rilascia i tasti e prova ad accendere il MacBook normalmente.

Se non funziona, dovresti imballare il tuo notebook e portarlo al centro di assistenza più vicino per essere valutato. Con questo problema più serio verificato, ora possiamo esaminare i problemi di ricarica più comuni (e più risolvibili!) che i proprietari di MacBook devono affrontare.

2. Inizia dalla fonte: controlla il caricabatterie

Ci sono due parti del puzzle se il tuo MacBook non si ricarica. Uno è il laptop stesso e l’altro è il caricabatterie. Quest’ultimo componente hardware è il più facile da controllare, quindi ha senso iniziare da lì.

Assicurati che il caricabatterie, i suoi cavi e connettori non abbiano danni visibili evidenti. Dovresti anche controllare per assicurarti che la presa funzioni provando un altro apparecchio.

Se il caricabatterie è un modello USB, prova a collegarlo a un altro dispositivo USB. Se il caricabatterie funziona con altri dispositivi ma non con il tuo MacBook, probabilmente non è la causa del problema.

3. Utilizzare accessori Apple originali

I moderni MacBook sono particolarmente versatili perché utilizzano una porta USB-C standard per la ricarica. Ciò significa che puoi utilizzare praticamente qualsiasi caricatore per smartphone o tablet per ricaricare il tuo laptop. Anche un powerbank può prolungare il tempo in cui puoi stare lontano dalla corrente prima che le luci si spengano.

Sfortunatamente, il mondo è pieno di dispositivi di ricarica di bassa qualità o di quelli che non si attengono correttamente agli standard di fornitura di energia di cui il MacBook ha bisogno. Potrebbe anche essere che il caricabatterie semplicemente non abbia la potenza necessaria per fornire al MacBook abbastanza potenza.

I caricatori del MacBook vanno da 29 W a circa 96 W, quindi controlla quale richiede il tuo MacBook e usa qualcosa allo stesso livello o superiore. Puoi caricare un MacBook con un caricabatterie per smartphone da 18 W, ma il computer dovrà essere spento o addormentato. Anche allora ci vorrà molto più tempo per caricare completamente.

Il modo migliore per eliminarlo come causa del problema è utilizzare il caricabatterie e il cavo Apple originali forniti con il notebook. Se anche questi ti danno un errore di “non ricarica”, è il momento di far controllare le cose da un centro di riparazione Apple.

4.Hai porte sporche?

Per favore, non prenderla sul personale, molte persone hanno le porte di ricarica sporche. Non c’è niente di cui vergognarsi! L’importante è controllare se l’accumulo di polvere e lanugine nella porta di ricarica del MacBook potrebbe essere responsabile di una cattiva connessione elettrica.

Questo non è davvero un problema per i MacBook precedenti a Thunderbolt 3, ma se si dispone di uno dei modelli più recenti, possono subire gli stessi problemi delle porte Thunderbolt 3 e USB-C in generale. Fai un po’ di luce nella porta per vedere se c’è sporcizia lì dentro. In tal caso, puoi chiedere a un tecnico di pulirla per te o, se sei un tipo coraggioso, rimuovere delicatamente lo sporco dal connettore con uno stuzzicadenti di plastica o di legno. Come sempre, fallo a tuo rischio.

5. La batteria potrebbe essere effettivamente scarica

Le batterie al litio si consumano un po’ ogni volta che eseguono un ciclo di carica. Dopo aver completato il numero di cicli previsto, la batteria inizia a perdere capacità, un processo che potrebbe iniziare lentamente e poi accelerare. Ad un certo punto la batteria non si carica o mantiene una carica così piccola che si esaurisce in pochi minuti. Se fai clic sull’icona della batteria in MacOS e vedi un messaggio “batteria di servizio”, significa che la batteria deve essere controllata da un professionista e molto probabilmente sostituita.

Ci sono tre possibilità qui quando si tratta di estrarre la batteria. I modelli più vecchi di MacBook hanno batterie sostituibili dall’utente. Basta estrarre la vecchia batteria e inserirne una nuova. Dopo questi MacBook è arrivata una generazione di laptop in cui la batteria poteva essere rimossa, ma ciò ha comportato l’apertura del laptop. Se hai uno di questi modelli, vai alla guida di iFixit per vedere cosa è necessario fare per raggiungere la batteria.

Gli ultimi modelli di MacBook sono unità sigillate e anche se l’hai aperto, la batteria è incollata e deve essere rimossa con solvente. Questo ti costringe ad andare da un tecnico Apple, a meno che non hai le giuste competenze tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *