La guida definitiva alla ricarica della batteria

By | Gennaio 14, 2021
La guida definitiva alla ricarica della batteria

I dispositivi mobili stanno diventando la norma quando si parla di tecnologia personale in questi giorni, il che significa che la maggior parte della tecnologia che usi ogni giorno contiene una sorta di batteria. Ciò significa che devi ricaricarla quando la ricarica si esaurisce, ma conosci davvero il modo giusto per farlo? 

Molte persone sembrano avere dei dubbi quando si tratta di caricare la batteria. Ci sono molti miti e pratiche decisamente scadenti in giro, quindi abbiamo deciso di mettere insieme una guida definitiva alla ricarica della batteria, in modo che tu possa dedicare meno tempo a preoccuparti delle tue batterie e più tempo a goderti i tuoi gadget.

Chimica di carica della batteria

Una delle cose più importanti che devi sapere sulle batterie è che ci sono modi drasticamente diversi per crearne una. Tutte le batterie utilizzano sostanze chimiche per immagazzinare l’energia elettrica, ma la chimica specifica al lavoro determina quali sono le caratteristiche di quella batteria. 

Ad esempio, le batterie al nichel-cadmio possono essere caricate in modo relativamente rapido, ma soffrono del cosiddetto “effetto memoria” in cui la capacità sembra diminuire se la batteria non viene completamente scaricata prima della ricarica. Le batterie al nichel metallo idruro hanno una capacità superiore rispetto al nichel cadmio, ma sono sensibili al sovraccarico e non possono sopportare altrettanti cicli di carica.

Per la maggior parte dell’elettronica moderna, la chimica della batteria preferita è agli ioni di litio. In particolare batterie ai polimeri di litio. Queste batterie hanno il più alto rapporto peso / potenza, che le rende perfette per telefoni cellulari, laptop e droni. Questo articolo riguarda principalmente le batterie agli ioni di litio, perché ora sono così comuni. 

Se hai bisogno di caricare batterie che usano un’altra chimica, fai un punto di fare alcuni compiti sulle rispettive stranezze. Un ottimo punto di partenza è Battery University.

Durata della batteria

Le batterie ai polimeri di litio non hanno quasi nessuno degli svantaggi dei precedenti tipi di batterie popolari. Non c’è effetto memoria, si ricaricano abbastanza velocemente in questi giorni e sono molto convenienti. Tuttavia, si consumano ogni volta che si completa un ciclo completo di carica-scarica. Ogni batteria è classificata per un certo numero di questi cicli, dopodiché la sua capacità massima inizia a diminuire. Alla fine la batteria non manterrà una quantità utile di carica e dovrà essere sostituita.

Oggigiorno, dispositivi come telefoni, tablet e persino alcuni laptop non dispongono di batterie che possono essere rimosse. Quindi la loro sostituzione di solito richiede una costosa visita a un rivenditore autorizzato.

La buona notizia è che puoi prolungare la vita utile di una batteria in diversi modi. Consulta la nostra guida dettagliata su come preservare la batteria e evitare che debba essere sostituita prima del necessario.

Molto di questo ha a che fare con le abitudini di ricarica, come consentire alle batterie al litio di scaricarsi al 50% una o due volte al mese o togliere alcuni dispositivi dall’alimentazione CA una volta pieni. Tuttavia, è un po’ più sfumato di così, quindi assicurati di dare un’occhiata all’articolo di cui sopra se la longevità della batteria è un problema che ti preoccupa.

Utilizzando il caricatore giusto

Le batterie al litio sono in realtà piuttosto volatili, motivo per cui le normative richiedono che abbiano protezioni sofisticate per prevenire lo spegnimento di fiamme, esplosioni e altri eventi pericolosi.

Forse ricorderai che alcuni anni fa gli scooter elettrici importati erano responsabili dell’incendio delle case di diverse persone. Questo perché questi dispositivi non avevano le caratteristiche di sicurezza prescritte dalle autorità europee e statunitensi. Quindi le batterie al litio all’interno hanno ricevuto una carica impropria, provocando una reazione incontrollata.

Questo è il motivo per cui è molto importante utilizzare solo apparecchiature per la ricarica delle batterie conformi agli standard di sicurezza dell’UE, degli Stati Uniti o del territorio in cui vivi. Non acquistare o utilizzare caricabatterie o batterie che non siano certificati in questo modo. Sebbene i dispositivi come gli smartphone stessi abbiano caratteristiche di sicurezza per prevenire questi tipi di guasti catastrofici, si basano almeno in parte sul caricabatterie collegato 

Mentre la sicurezza è un motivo importante per utilizzare il caricabatterie corretto, l’altro motivo per abbinare il caricabatterie giusto al tuo dispositivo è la velocità di ricarica. Dispositivi diversi possono avere standard di ricarica rapida diversi. Quindi, se utilizzi un caricabatterie e un telefono con standard di ricarica rapida non corrispondenti, torneranno al minimo comune denominatore standard.

USB ha una velocità di ricarica di base sicura, ma molto lenta. Qualcomm ha “Quick Charge“, Samsung ha “Adaptive Fast Charging” e USB 3.1 su USB-C ha “Power Delivery”.

La maggior parte dei caricabatterie moderni supporta più modalità di ricarica rapida, quindi è probabile che almeno una di esse funzioni con il tuo dispositivo. Tuttavia, in quasi tutti i casi otterrai i migliori risultati con un caricabatterie dello stesso produttore del dispositivo.

Alcuni power bank, come questo modello Romoss 30+ supportano quasi tutti i tipi di connessione e sia Quick Charge che USB-C Power Delivery. Può anche caricarsi rapidamente da solo, il che fa un’enorme differenza con una banca così grande. 

Controlli di carica della batteria del software

I dispositivi moderni che contengono batterie al litio come smartphone o laptop di solito hanno un sofisticato software di ricarica della batteria che aiuta a gestire la salute di tali batterie. Monitorano la temperatura e le tensioni, tengono registrazioni dettagliate della cronologia della batteria e controllano il livello di carica in base a ciò per cui viene utilizzato il dispositivo.

Ad esempio, anche se il tuo telefono mostra che è al 100% di carica, la verità è probabilmente da qualche parte leggermente inferiore a questa. Poiché le batterie al litio si degradano più rapidamente se vengono mantenute costantemente al 100% della capacità, il telefono si scarica un po ‘se lasciato collegato durante la notte, per evitare stress alla batteria. 

Anche gli ultimi dispositivi macOS hanno questa funzione. Se utilizzi principalmente il tuo MacBook collegato, la batteria si scaricherà al 90% e rimarrà lì, aumentando drasticamente la durata della batteria.

Conservazione della batteria a lungo termine

Questo solleva un altro problema con la ricarica della batteria: la memoria del dispositivo. Le batterie al litio si scaricano a bassa velocità da sole su uno scaffale. Se li lasci scaricare completamente, la batteria potrebbe diventare permanentemente inutilizzabile. Tuttavia, caricarli al 100% e poi conservarli non è una grande idea, per gli stessi motivi che abbiamo appena discusso sopra.

Possiamo prendere una lezione da batterie “intelligenti” come quelle che si trovano nei droni di DJI. Queste batterie durano quanto tempo è passato dall’ultima volta che sono state utilizzate. Lasciali sullo scaffale troppo a lungo e si scaricheranno automaticamente fino a circa il 60% della capacità, quindi cercheranno di mantenerlo.

Se hai intenzione di mettere via un telefono o un altro dispositivo al litio a lungo termine, caricalo fino a circa il 60% prima di riporlo. Quindi controlla una volta al mese per assicurarti che la batteria non sia scesa al di sotto del 30%. Se si avvicina a quella cifra, addebitarlo fino al 60%. In questo modo la batteria dovrebbe essere ancora a posto quando sarà necessario utilizzarla di nuovo.

Revival della batteria al litio

Le batterie al litio hanno un circuito di protezione che metterà la batteria in stop se si scarica troppo. In alcuni casi è possibile riportare in vita queste batterie utilizzando appositi caricatori dotati di modalità “boost”.

Questo non sempre ha successo e se la batteria è stata scaricata troppo a lungo può essere pericoloso tentare questo. Se hai una batteria che non può essere semplicemente sostituita, ti consigliamo di portarla da uno specialista per un tentativo di ripristino.

Sicurezza durante la ricarica della batteria

Come abbiamo notato in precedenza, le batterie al litio sono piuttosto volatili. Sebbene le moderne batterie al litio abbiano molte funzioni di sicurezza integrate, continuano a guastarsi. Uno dei momenti più delicati è durante la ricarica, quindi devi essere molto vigile quando spegni il tuo dispositivo al litio.

Non caricare mai un dispositivo con una batteria gonfia e gonfia. Mentre un po ‘di calore è normale quando si carica una batteria al litio, un dispositivo molto caldo potrebbe essere un segno di guasto imminente.

Pensa attentamente a dove carichi i tuoi dispositivi. Sono vicini ad altri oggetti che potrebbero bruciarsi facilmente? È meglio caricare i dispositivi al litio in un’area designata in cui è possibile contenere il guasto della batteria. Se sei davvero preoccupato, considera l’idea di acquistare un Lipo Guard. Al suo interno è possibile posizionare dispositivi di ricarica o batterie e, in caso di guasto, l’esplosione e la fiamma sono contenute negli speciali materiali di cui è composta la borsa.

Batterie sostitutive

Non importa quanto bene tratti le tue batterie, alla fine avranno bisogno di una sostituzione. Sia che tu lo faccia da solo o che tu abbia un professionista per l’installazione, fai molta attenzione alle batterie che scegli. Sul mercato sono presenti molte batterie contraffatte o batterie sostitutive non autorizzate di scarsa qualità. 

Possono sembrare attraenti con le stesse specifiche e capacità su carta a un prezzo inferiore. Tuttavia, l’utilizzo di una batteria di questo tipo aumenta notevolmente le possibilità che qualcosa vada storto. Tutte quelle storie di persone che si fanno male a causa di telefoni che esplodono in faccia o in tasca il più delle volte hanno fatto uso di batterie knockoff. Non vale la pena risparmiare qualche soldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *