Mac non si avvia, come risolvere

Mac non si avvia

Mac non si avvia, come risolvere

Vi spieghiamo cosa fare se MacBook e MacBook PRO non si accende. Scoprite perché il vostro Mac non si accende e come risolverlo, compreso come forzare l’avvio di un Mac. Se il tuo Mac non si avvia, assicurati innanzitutto che sia collegato all’alimentazione, verifica che la spina sia ben inserita, come anche il connettore del PC. Poi, prova a mettere il Mac in modalità provvisoria o in modalità di ripristino, se le hai provate tutte e niente ti ha aiutato a risolvere il problema, fissa un appuntamento con Apple Genius Bar per riparare il tuo Mac. I computer Mac come tanti altri dispositivi a volte possono avere problemi che impediscono l’accensione, a causa di questo abbiamo deciso di scrivere un piccolo tutorial su cosa fare quando Macbook non si accende.


Ci sono molti motivi per cui il iMac non si accende o iMac non si avvia, ma probabilmente volete solo farlo funzionare di nuovo. Vi illustreremo i vari controlli e le modifiche da apportare per far sì che il vostro Mac si avvii e possiate ricominciare a usarlo. Continuate a leggere per scoprire alcuni semplici suggerimenti che dovrebbero far funzionare il vostro Mac, dalle cose più ovvie come il controllo della connessione di alimentazione, all’esecuzione di un ciclo di accensione, all’avvio della modalità di recupero e al controllo del file system. E se il Mac è davvero morto, vi diremo anche a chi rivolgervi. Le correzioni contenute in questo articolo si applicano alle versioni più recenti di macOS. I menu e le interfacce possono apparire leggermente diversi a seconda del sistema operativo in uso, ma le loro funzioni sono sostanzialmente le stesse. Inoltre, se si dispone di un Mac M1, sono state apportate alcune modifiche al modo in cui si eseguono alcune funzioni, come l’avvio del computer in modalità provvisoria o di ripristino.

Leggi anche: Come liberare spazio su Mac

Mac non si avvia, come risolvere

1. Verificare che il Mac sia acceso

Per prima cosa, cerchiamo di capire se il problema è che il Mac non si avvia o non si accende: potrebbero sembrare la stessa cosa, ma in realtà c’è una grande differenza. Premete il pulsante di accensione del Mac. Se non si sente un segnale acustico di avvio, non si sente il rumore della ventola o dell’unità e sul display non appaiono immagini, video o immagini di alcun tipo, allora il Mac non si sta accendendo affatto. Non si è nemmeno arrivati al punto in cui si rifiuta di avviarsi. Se Macbook non si avvia richiede un approccio diverso da uno che non si accende. Se il computer non si accende, è necessario procedere come segue:

a. Controllare il collegamento alla rete elettrica. Non è un luogo comune: controllate che il Mac sia acceso e che sia collegato correttamente alla presa di corrente. Oppure, se si tratta di un computer portatile, assicuratevi che la batteria non sia scarica e, se deve essere ricaricata, lasciate che tenti di farlo prima di concludere che non funziona. Se ilMacBook non si carica, leggete qui.

b. Provare con un altro cavo di alimentazione o adattatore. È possibile che il problema risieda nel cavo di alimentazione. Se avete un amico con un cavo di alimentazione per Mac adatto alla vostra macchina, provatelo per vedere se risolve il problema. In caso affermativo, la soluzione potrebbe essere semplice e consiste nel trovare un cavo di alimentazione di seconda mano su eBay (anche se sconsigliamo l’acquisto di cavi di alimentazione di terze parti non prodotti da Apple, in quanto è molto più probabile che siano difettosi ed eventualmente pericolosi). Se di recente si è verificata un’interruzione di corrente, la causa potrebbe essere l’adattatore di corrente danneggiato da uno sbalzo di tensione e potrebbe essere necessario uno nuovo. Infine, è possibile che il cavo sia allentato e che, estraendolo e reinserendolo, si risolva il problema. Ma dubitiamo che sia così facile. Apple vende diversi cavi per la ricarica dei Mac e dei portatili Apple.

c. Scollegare tutti gli accessori. Scollegate tutti gli accessori (come stampanti e hub USB) collegati al Mac. Può darsi che una delle periferiche stia causando problemi con la sequenza di avvio. Se di recenteè stata installata una nuova memoria RAM o un nuovo disco rigido, accertarsi che siano installati correttamente e che siano compatibili. (Se possibile, reinstallate la vecchia memoria o il vecchio disco rigido e verificate se ciò vi aiuta). Se nessuno di questi passaggi funziona, è il momento di passare alla fase successiva.

2. Eseguire un ciclo di avvio

Se il MAC non parte, è possibile eseguire un ciclo di alimentazione, che prevede il riavvio del Mac dopo l’interruzione dell’alimentazione.


  • Su un MacBook è necessario tenere premuto il tasto di accensione per dieci secondi. Di solito si sente un cigolio quando l’alimentazione del Mac viene interrotta forzatamente. Se tutto va bene, dopo aver atteso dieci secondi e aver riavviato, tutto andrà bene.
  • Se il Mac è un desktop, è necessario scollegarlo e lasciarlo scollegato per almeno dieci secondi prima di ricollegarlo e tentare di riavviarlo.
  • Per i Mac M1, se si tiene premuto il pulsante di accensione si possono visualizzare le opzioni di avvio del caricamento, sempre che il Mac funzioni correttamente. Se tenendo premuto il pulsante di accensione si accede alle opzioni di avvio, è possibile eseguire le opzioni riportate di seguito per rendere il Mac funzionante. Di seguito viene illustrato anche come riattivare il Mac M1 utilizzando un secondo Mac e l’applicazione Configurator.

Se l’esecuzione di un ciclo di accensione del Mac non aiuta, o se premendo il pulsante di accensione sul Mac M1 non si aprono le opzioni di avvio, ci sono alcune altre semplici cose da provare prima di passare ai passaggi più complicati.

3. Controllare il display

Se utilizzate un Mac desktop, ad esempio un Mac Pro o un Mac mini, questo potrebbe essere il vostro caso. Se non avete uno schermo separato collegato, potete saltare questo passaggio. Potrebbe trattarsi di un problema del display collegato, piuttosto che del Mac stesso. Ascoltate il vostro Mac per vedere se emette qualche suono durante l’avvio. È possibile che il Mac non si avvia, ma si accende perché non riesce ad accedere allo schermo: in questo caso è probabile che si tratti di un problema di hardware dello schermo (piuttosto che di un problema di avvio più ampio). Se pensate che sia un problema del monitor, consultate questodocumento del Supporto Apple per i consigli sulla risoluzione dei problemi dello schermo. Se il display non funziona, il consiglio è di:

  1. Controllare l’alimentazione del Mac (e quella del display se si utilizza un’unità separata).
  2. Verificare che tutti i cavi siano collegati in modo sicuro.
  3. Rimuovere tutti i display extender e gli switch e qualsiasi altro dispositivo tra il Mac e il monitor.
  4. Scollegare il cavo video (se si utilizza un monitor separato) e ricollegarlo.
  5. Se si utilizza più di un monitor in una “daisy chain”, scollegare tutti i monitor e fare una prova con uno solo.
  6. Se possibile, provare a utilizzare uno schermo diverso o un adattatore diverso (ad esempio, utilizzare DVI anziché VGA).
  7. Apple consiglia anche diregolare la risoluzione dello schermo nelle Preferenze di Sistema.

4. Avviare il Mac in Safe Boot

L’avvio sicuro limita i controlli e le funzionalità su cui si concentra il Mac durante l’avvio ed esegue determinate diagnosi. È raro, ma a volte è possibile far sì che il Mac si avvii correttamente con l’avvio in modalità provvisoria, per poi riavviarlo normalmente e tutto torna a funzionare come prima. Se volete maggiore aiuto per questo passaggio, leggete: Come avviare un Mac in modalità provvisoria.

  • Per accedere alla modalità provvisoria su un Mac con processore Intel: Avviare il Mac tenendo premuto il tasto Shift. L’avvio di Safe Boot può richiedere un po’ di tempo (se funziona).
  • Per accedere alla modalità provvisoria su un Mac dotato di M1: Premete e continuate a tenere premuto il pulsante di accensione finché non vedete apparire sullo schermo le opzioni di avvio. Scegliere il disco di avvio. Tenete premuto il tasto Shift e fate clic su Continua in modalità provvisoria. Rilasciate quindi il tasto Shift. Verrà visualizzata la dicitura Modalità provvisoria nel menu in alto a destra dello schermo.
  • Per avere maggiori informazioni su ciò che sta accadendo, è possibile avviare un Mac con processore Intel tenendo premuti Shift, Command e V: in questo modo si accede sia all’avvio sicuro che a una modalità chiamata Verbose Mode, che visualizza alcuni messaggi su ciò che l’avvio sicuro sta effettivamente cercando di fare.

Ora che siete in modalità sicura, vi spiegheremo come utilizzare la modalità sicura per risolvere i problemi di avvio del Mac. In modalità provvisoria l’interfaccia avrà un aspetto leggermente diverso, con blocchi di colore anziché trasparenza. Il segno più evidente è il Dock nella parte inferiore dello schermo. Una volta in modalità provvisoria, è possibile eseguire alcuni controlli (che verranno illustrati di seguito) e apportare modifiche che potrebbero risolvere il problema del Mac. Ad esempio, è possibile reinstallare macOS o aggiornare altri software. Se riuscite ad avviare il sistema in modalità provvisoria, è probabile che il problema sia legato a una delle voci di avvio, nel qual caso dovreste andare in: Preferenze di Sistema > Utenti e Gruppi e rimuovere tutte le voci (fare clic su -). Per capire quale sia la voce di avvio che causa il problema, si può procedere per tentativi.

5. Resettare la PRAM / NVRAM

Ai tempi dei PowerPC si parlava di ripristino della PRAM. Sui Mac Intel, il termine è reset della NVRAM. La NVRAM nei Mac M1 viene reimpostata automaticamente, ma esiste un modo per reimpostare la NVRAM sul Mac M1, di cui parliamo qui: Come reimpostare la NVRAM su un Mac M1 o Intel. Il nome si riferisce a speciali sezioni di memoria del Mac che memorizzano dati che permangono anche quando il Mac è spento, come le impostazioni del volume e la risoluzione dello schermo. La reimpostazione di questi dati non è dannosa, ma francamente è anche raramente veramente utile. Ma non può far male. Per questa operazione potrebbe essere necessario farsi crescere un dito o due in più, oppure farsi aiutare da un amico. Ecco come resettare la PRAM/NVRAM del vostro Mac con processore Intel:

  1. Tenete premuti tutti questi tasti: Comando, Opzione (Alt), P e R e accendere il Mac (sono gli stessi tasti per resettare la PRAM).
  2. Continuate a tenere premuti i tasti finché non sentite il Mac riavviarsi.
  3. Ascoltate un secondo riavvio, quindi rilasciate i tasti.

Su M1 Mac resettare la NVRAM significa usare il Terminale; il metodo è discusso nell’articolo linkato sopra. In alcuni casi, dopo aver eseguito questo passaggio, il Mac si riavvia normalmente. In altri casi, invece, potrebbe essere visualizzata una barra di avanzamento all’avvio. Se la barra di avanzamento si riempie e il Mac si avvia, probabilmente è tutto a posto. In alcuni casi, tuttavia, il Mac si spegne a circa metà della barra di avanzamento.


6. Ripristino dell’SMC

In alcune situazioni, potrebbe essere necessario ripristinare l’SMC (System Management Controller) del Mac. Si tratta di un tentativo estremo di riparare la versione corrente di macOS prima di tentare di recuperare i dati e passare alla reinstallazione del sistema operativo. L’SMC è assente dal Mac M1, quindi non è possibile ripristinarlo. Tuttavia, è possibile modificare le impostazioni di cui si occupava l’SMC. Qui si spiega come fare: Come reimpostare l’SMC di un Mac. Ecco cosa fare se si desidera ripristinare l’SMC (Mac Intel):

  • Su un portatile Mac: Spegnere il MacBook. Scollegare e ricollegare il cavo di alimentazione. Premere contemporaneamente i tasti Maiusc + Ctrl + Opzione/Alt e il pulsante di accensione. Ora rilasciate tutti i tasti e il pulsante di accensione contemporaneamente. La spia del cavo di alimentazione potrebbe sfarfallare. Riavviare il MacBook.
  • Su un desktop Mac: Spegnere il Mac. Staccare la spina. Premere il pulsante di accensione per 5 secondi. Ricollegare il Mac. Accendere il Mac.

7. Eseguire Utility Disco in modalità di ripristino

Se il Mac si avvia ma il sistema operativo non si carica, è possibile che l’unità sia danneggiata. Fortunatamente è possibile risolvere il problema in modalità di recupero.Qui è disponibile un’esercitazione dettagliata sull’uso della Modalità di ripristino, ma di seguito ne illustreremo le basi. Anche in questo caso, l’accesso alla modalità di ripristino è leggermente diverso su un Mac M1. Il primo passo consiste nell’eseguire Utility Disco. Su un Mac con Mountain Lion o versione successiva, ovvero la stragrande maggioranza dei Mac, è possibile eseguire Utility Disco avviando la modalità di ripristino.

  • Su un Mac Intel è necessario assicurarsi che il Mac sia spento. Se non risponde perché è bloccato su una schermata grigia, blu o bianca, tenete premuto il pulsante di accensione del Mac per alcuni secondi finché non si arrende e si spegne. (Eccocosa fare per risolvere una schermata blu della morte su un Mac). Tenete premuti i tasti Comando e R e riaccendete il Mac. Continuate a premere Cmd + R durante l’avvio del Mac finché non vedete il logo Apple.
  • Su un Mac M1 tenere premuto il pulsante di accensione finché il Mac non si avvia e alla fine mostra le opzioni di avvio. Selezionare Opzioni > Continua per accedere al ripristino.

Ora che siete in modalità di recupero, ecco cosa fare:

  1. Una volta avviato il Mac in modalità di ripristino, si accede a Utilità. Fate clic sull’opzione Utility disco. macOS Utilities
  2. Individuate l’unità del vostro Mac, probabilmente Macintosh HD, e selezionatela.
  3. Fare clic su Primo soccorso. First Aid Mac
  4. Se il disco presenta degli errori, Utility Disco li troverà e li riparerà automaticamente, oppure chiederà se si desidera ripararli. In questo caso, fare clic su Ripara disco.

8. Ravvivare un Mac M1

Se avete un Mac M1 e non siete ancora riusciti a rianimarlo, la prossima opzione da provare è quella di utilizzare un secondo Mac con il Configuratore 2 di Apple per aggiornare il firmware. È necessario un secondo Mac, un cavo da USB a USB, una connessione web e il software Configurator 2 di Apple.

  1. Collegare i due Mac con un cavo da USB-C a USB-C o da USB-C a USB-A.
  2. Aprire il software Configurator 2 sul Mac funzionante.
  3. Ora, sul Mac non funzionante, tenete premuto il pulsante di accensione e premete la seguente combinazione di tasti: Shift destro, Opzione/Alt sinistra, Controllo sinistro. A meno che non abbiate mani gigantesche, dovrete farvi aiutare da qualcuno perché dovrete premere contemporaneamente anche il pulsante di accensione.
  4. Dopo circa 10 secondi lasciare i tasti, ma continuare a premere il pulsante di accensione. A questo punto, si spera che il Mac M1 venga visualizzato nell’applicazione Configurator sul secondo Mac (il Mac M1 non mostrerà comunque alcuna attività sullo schermo).

Il processo è leggermente diverso per il Mac mini M1.

  1. In questo caso è necessario scollegare la spina e attendere circa 10 secondi.
  2. Tenere premuto il pulsante di accensione.
  3. Ricollegare la spina, sempre tenendo premuto il pulsante di accensione.
  4. Rilasciare il pulsante di accensione.

Come utilizzare il software Configurator per riattivare un Mac M1.


  1. Il Mac M1 dovrebbe essere visualizzato nel software Configurator sull’altro Mac. Selezionare il Mac M1 che si desidera riattivare.
  2. Fare clic su Azioni > Avanzate.
  3. Selezionare il dispositivo Revive.
  4. In questo modo si riattiva il firmware del Mac M1.

9. Controllare il file system

Questa fase è in realtà piuttosto divertente, almeno quando non è il vostro Mac ad avere problemi. È divertente perché è una cosa da veri geek. Prima che vi entusiasmiate troppo, però, questa non è un’opzione per i Mac M1.

  1. Spegnete il Mac e riavviatelo tenendo premuto Cmd + S per avviare la modalità utente singolo. Potete rilasciare i tasti quando appare l’intimidatoria schermata nera con i messaggi in bianco.
  2. Aspettate che appaia il prompt della riga di comando, quando tutto il testo ha finito di scorrere. Quindi digitate fsck -fy e premete Return. E aspettate. Possibilmente per diversi lunghi minuti.
  3. Alla fine, dopo cinque controlli diversi che richiedono tempi variabili, si dovrebbe arrivare a uno dei due messaggi: “Il volume [nome del Mac] sembra essere OK” oppure “IL SISTEMA DEI FILE È STATO MODIFICATO”.
  4. Se compare il primo messaggio, digitare reboot e premere Return.
  5. Se viene visualizzato quest’ultimo messaggio, è necessario eseguire nuovamente fsck -fy. È possibile digitare nuovamente il comando e premere Return, oppure premere una volta la freccia su e poi premere Return.

Se non funziona e il Mac continua a non avviarsi, passate alla fase successiva.

1o. Reinstallare macOS

Si tratta di un’operazione piuttosto drastica, ma se avete provato tutto il resto, la reinstallazione del sistema operativo potrebbe eliminare il problema che impedisce al Mac di avviarsi correttamente. Ricordate il ripristino di macOS nelpassaggio precedente? Potete usarlo anche perreinstallare macOS.

  1. Avviare la modalità di recupero come sopra (tenere premuti i tasti Command e R durante l’avvio, oppure tenere premuto il pulsante di accensione se si utilizza un Mac M1).
  2. Una volta in Recovery, fare clic per installare il sistema operativo più recente e seguire le istruzioni sullo schermo.

Fissare un appuntamento al Genius Bar

Se siete arrivati fino a questo punto e il vostro MAC PRO non si accende, dovrete portarlo presso un Apple Genius Bar per vedere se possono aiutarvi a ripararlo (o organizzare una riparazione in garanzia). Si spera di aver recuperato abbastanza dati dal Mac per poterne fare il backup o continuare a lavorare su un nuovo Mac.

Leggi anche: Come firmare PDF su Windows e MAC

Lascia un commento