Vai al contenuto
Home » Guide MAC » Il Mac non si avvia, come riparare

Il Mac non si avvia, come riparare

Mac non si avvia

Se il tuo Mac non si avvia, la situazione può essere molto frustrante. Fortunatamente, ci sono alcune soluzioni che puoi provare per far funzionare il tuo computer. Siete proprietari di un Mac o MacBook che non si avvia o che non dà segni di vita? Non preoccupatevi, anche se questo tipo di problema è piuttosto raro, può capitare e conviene sempre essere pronti ad ogni evenienza. Ad esempio, potreste essere vittime di blackout improvvisi o di sbalzi di corrente durante un temporale, che potrebbero compromettere il corretto funzionamento del vostro dispositivo.

In questa guida vi mostreremo tutti i passi da seguire per riparare da soli un Mac che non si avvia o che non si accende, così da poter tornare velocemente a lavorare o a navigare su Internet. Vi preghiamo di tenere presente che l’ultima soluzione sarà la formattazione del Mac, che purtroppo comporterà la perdita di tutte le app installate. Tuttavia, prima di arrivare a questa soluzione estrema, possiamo provare alcune procedure di ripristino più immediate.

Iniziamo col dire che dobbiamo fare una distinzione precisa tra i due tipi di problemi: Mac che non si avvia (ossia passa corrente ma il sistema operativo non risponde) e Mac che non si accende (nessun LED acceso, quindi nessun passaggio di corrente). I due scenari hanno soluzioni diverse, quindi è importante identificare subito il tipo di problema per poter seguire la procedura corretta. Come trasmettere schermo Android su TV e PC – Guida completa

Il Mac non si avvia, come riparare

Se il Mac non si avvia, potreste provare a seguire questi passi:

  1. Verificare che il cavo di alimentazione sia collegato correttamente alla presa e al Mac.
  2. Scollegare tutti i dispositivi esterni (ad esempio, tastiera, mouse, monitor) e riavviare il Mac.
  3. Avviare il Mac in modalità provvisoria (premere il tasto Maiusc durante l’avvio del Mac).
  4. Riparare il disco di avvio utilizzando l’utilità Disco di macOS.
  5. Ripristinare il sistema operativo utilizzando Time Machine o la partizione di ripristino di macOS.

Se invece il Mac non si accende, potreste provare a seguire questi passi:

  1. Verificare che il cavo di alimentazione sia collegato correttamente alla presa e al Mac.
  2. Controllare che la presa elettrica funzioni correttamente.
  3. Scollegare tutti i dispositivi esterni (ad esempio, tastiera, mouse, monitor) e riavviare il Mac.
  4. Riparare il disco di avvio utilizzando l’utilità Disco di macOS.
  5. Sostituire la batteria del Mac, se possibile.
  6. Portare il Mac in assistenza tecnica.

Il Mac non si accende

Se il tuo Mac non si accende o sembra morto, ci sono alcune cose che puoi fare per cercare di risolvere il problema. Innanzitutto, controlla il cavo dell’alimentazione elettrica sia nella presa a muro che nel Mac stesso. Se non vedi alcun segno di vita, prova a scollegare e ricollegare il cavo d’alimentazione e utilizza una presa diversa. Se il tuo Mac continua a non accendersi, dovrai disconnettere tutte le periferiche e provare con un nuovo cavo d’alimentazione certificato Apple.

Puoi scegliere tra diversi modelli di cavo, come il cavo di ricarica USB-C o il caricabatterie Macbook Pro. Se il tuo Mac non si accende ancora dopo aver cambiato il cavo dell’alimentazione, potrebbe esserci un problema hardware che non puoi risolvere da solo. In questo caso, è meglio portare il tuo Mac in un Apple Store e far controllare il problema da un esperto.

In sintesi, se il tuo iMac non si accende o non si avvia, controlla il cavo dell’alimentazione elettrica, prova a cambiarlo e se il problema persiste, è meglio portarlo in assistenza. Speriamo che queste informazioni ti siano state utili per ripristinare il tuo Mac e farlo funzionare nuovamente. Come bloccare i numeri sconosciuti su Android e iPhone

Il Mac non si avvia

Se il tuo Mac non si avvia, ci sono alcuni passaggi che puoi seguire per risolvere il problema. Se il tuo Mac sembra acceso ma non mostra alcun segno di vita come uno schermo nero, bianco o bloccato sul logo Apple per più di 10 minuti, allora il problema potrebbe essere causato dal sistema operativo che non riesce a partire correttamente.

Per prima cosa, prova a fare un riavvio pulito. Ciò aiuterà a disattivare eventuali modalità stop rimaste “incagliate”. Per farlo, tieni premuto il tasto di accensione per 10 secondi, quindi rimuovi la presa di corrente per 5 minuti. Ricollega la presa e premi il tasto di accensione per vedere se il problema è risolto.

Se il tuo Mac è acceso, ma non vedi nulla sullo schermo, potrebbe essere necessario aumentare la luminosità dello schermo. Prova a premere il tasto “Aumenta Luminosità” presente su tutti i notebook Mac in commercio. In questo modo, potrai vedere la schermata di login Apple e accedere al sistema senza problemi.

Se i metodi precedenti non risolvono il problema, prova a fare un reset del Controller di gestione del sistema, noto anche come SMC. Questa componente controlla l’avvio di tutte le componenti del Mac. Per farlo, spegni il Mac, tieni premuto il tasto di accensione da spento per 10 secondi e rilascialo. Quindi, premi il tasto di accensione nuovamente per un solo secondo e verifica se il Mac si avvia correttamente.

In alternativa, puoi spegnere il Mac e tenere premuti contemporaneamente i tasti Ctrl+Opzione (Alt)+Maiuscole mentre lo riaccendi. Continua a tenere premuti i tasti per 7 secondi, quindi tieni premuto anche il tasto di accensione. Continua a tenere premuti i 4 tasti per altri 7 secondi e rilasciali. Aspetta almeno 2 minuti e poi premi una volta il tasto di accensione per verificare se il Mac si avvia normalmente.

Ricorda che se il tuo MacBook o iMac non si avvia, potrebbe esserci un problema con il sistema operativo, ma con questi passaggi dovresti essere in grado di risolvere il problema da solo. In caso contrario, contatta il supporto Apple per ricevere assistenza. I migliori siti Torrent

Come ripristinare il Mac

Se il tuo Mac non si avvia o non reagisce, potresti dover ripristinare il sistema operativo. Una soluzione comune è quella di utilizzare una chiavetta USB esterna per reinstallare completamente il sistema operativo. Questo processo cancellerà tutti i dati salvati sul tuo Mac, quindi assicurati di aver salvato tutto ciò che è importante prima di procedere.

Se hai un backup di Time Machine, puoi ripristinare i tuoi file personali e le app durante la reinstallazione per evitare di perdere nulla. Per iniziare il processo di ripristino, avrai bisogno di un PC con Windows e una chiavetta USB da almeno 16 GB. Segui la guida per creare la chiavetta USB per installare MacOS da Windows.

Dopo aver creato la chiavetta con l’immagine del sistema operativo macOS, inseriscila nella porta USB del Mac che non si avvia. Tieni premuto il tasto ALT (Opzione) e accendi il Mac. In questo modo, avvierai la console di ripristino presente nella chiavetta USB.

Seleziona la voce Reinstallazione macOS dalla schermata che appare e segui la procedura guidata per ripristinare il sistema operativo. Questo farà tornare il tuo Mac come se fosse appena uscito di fabbrica.

Se hai un backup con Time Machine, puoi ripristinare i tuoi file personali e le app durante il processo di reinstallazione. Basta selezionare la voce Ripristina da backup di Time Machine e selezionare la sorgente in cui è custodito il backup.

In breve, se il tuo MacBook Air non si avvia o non reagisce, puoi provare a ripristinare il sistema operativo utilizzando una chiavetta USB esterna. Il ripristino cancellerà tutti i dati salvati sul tuo Mac, quindi è importante avere un backup. Se hai un backup con Time Machine, puoi ripristinare i tuoi file personali e le app durante il processo di reinstallazione. Segui le istruzioni fornite nella guida per creare la chiavetta USB e avviare il processo di ripristino. Installare Play Store, Services e GApps su Huawei e altri telefoni

Come proteggere Mac dagli errori all’avvio

Se il tuo Mac non si avvia o non si riavvia, potrebbe essere a causa di problemi legati ai blackout o agli sbalzi di corrente. In questi casi, è importante proteggere il tuo investimento costoso con un gruppo di continuità (o UPS). I gruppi di continuità forniscono una batteria di backup durante i blackout, consentendoti di spegnere il Mac in modo sicuro, e stabilizzano la corrente in arrivo dalla presa elettrica, evitando la maggior parte dei problemi che potrebbero compromettere il tuo Mac.

Ci sono diversi UPS sul mercato, ma ci sono alcuni che si adattano meglio ai Mac. Tra questi ci sono l’Atlantis OnePower PX1100, che costa circa 57€, l’EPYC NEON UPS 1000VA/600Watt, che costa circa 92€, il Vultech ups 1000VA Pure Line, che costa circa 136€, il Green Cell Gruppo di continuità UPS 2000VA, che costa circa 144€ e l’APC Back-UPS BX 1400VA, che costa circa 181€.

L’Atlantis OnePower PX1100 è un’ottima scelta per coloro che cercano un UPS economico ma efficace. Ha una capacità di 1100 VA e un’uscita di 660 W, che lo rendono adatto per alimentare un Mac Mini o un MacBook. Inoltre, ha un’autonomia di circa 20 minuti, che dovrebbe essere sufficiente per spegnere il tuo Mac in modo sicuro durante un blackout.

Se stai cercando un UPS di fascia media, l’EPYC NEON UPS 1000VA/600Watt potrebbe essere la scelta giusta per te. Ha una capacità di 1000 VA e un’uscita di 600 W, che lo rendono adatto per alimentare un Mac Pro o un iMac. Inoltre, ha un’autonomia di circa 30 minuti, che dovrebbe essere sufficiente per spegnere il tuo Mac in modo sicuro e proteggerlo dai danni causati dai blackout.

Se stai cercando un UPS di alta qualità, il Vultech ups 1000VA Pure Line potrebbe essere la scelta giusta per te. Ha una capacità di 1000 VA e un’uscita di 600 W, che lo rendono adatto per alimentare un Mac Pro o un iMac. Inoltre, ha un’autonomia di circa 20 minuti, che dovrebbe essere sufficiente per spegnere il tuo Mac in modo sicuro durante un blackout.

Il Green Cell Gruppo di continuità UPS 2000VA è un’ottima scelta per coloro che cercano un UPS ad alta capacità. Ha una capacità di 2000 VA e un’uscita di 1200 W, che lo rendono adatto per alimentare un Mac Pro o un iMac. Inoltre, ha un’autonomia di circa 15 minuti, che dovrebbe essere sufficiente per spegnere il tuo Mac in modo sicuro durante un blackout.

Infine, l’APC Back-UPS BX 1400VA è un’ottima scelta per coloro che cercano un UPS di alta qualità e capacità. Ha una capacità di 1400 VA e un’uscita di 700 W, che lo rendono adatto per alimentare. Ecco i migliori strumenti di ritocco fotografico gratis per PC

Conclusione

Molti utenti di Mac sperano di non avere mai problemi e di avere sempre un’avvio veloce e fluido come di consueto con i prodotti Apple. Tuttavia, anche i computer Apple possono incontrare difficoltà durante l’avvio e l’accensione. Questi problemi sono meno comuni rispetto ai computer con sistema operativo Windows, ma possono ancora verificarsi.

Se il tuo Mac non si accende o non si avvia correttamente, ci sono alcune cose che puoi provare per risolvere il problema. Prima di tutto, assicurati che il tuo computer sia effettivamente collegato alla presa di corrente e che la batteria sia carica. Se il tuo Mac è collegato a una fonte di alimentazione affidabile e la batteria è carica, potrebbe esserci un problema con il sistema operativo o l’hardware.

In tal caso, potresti provare a riavviare il Mac in modalità provvisoria o a eseguire una riparazione del disco utilizzando lo strumento “Utilità disco” del tuo computer. Se queste soluzioni non funzionano, potrebbe essere necessario contattare l’assistenza tecnica Apple per ottenere ulteriore supporto.

In sintesi, anche se i problemi di avvio e accensione dei Mac sono meno comuni rispetto ai computer con sistema operativo Windows, possono ancora verificarsi. Se il tuo Mac non si avvia o non si accende correttamente, controlla la connessione alla presa di corrente e la carica della batteria e prova a eseguire alcune azioni di ripristino. Se queste opzioni non funzionano, potrebbe essere necessario rivolgersi all’assistenza tecnica Apple per risolvere il problema. Come convertire CD in MP3 – Guida completa

Lascia un commento