Gli AirPods funzionano con Android?

Gli AirPods funzionano con Android?

Gli AirPods funzionano con Android? La risposta è sì, gli AirPods utilizzano la tecnologia Bluetooth per connettersi, ma dovrai installare un’app per il loro controllo adatta per ottenere tutte le funzionalità. Ciò include il controllo dei livelli attuali della batteria sia per i tuoi AirPods che per la custodia di ricarica, ma devi essere anche in grado di controllare la tua musica o le chiamate.


Esistono diverse app disponibili per controllare i tuoi AirPod sui dispositivi Android. Ti spiegheremo come abbinare i tuoi AirPods con Android, oltre a spiegarti come controllare e utilizzare determinate app come AirBattery. Ecco tutto ciò che devi sapere per far funzionare AirPods con Android.

AirPods e Android: un mix infelice

Una volta acquistato un prodotto Apple, è molto facile essere attratti dall’ecosistema. I prodotti Apple raramente funzionano bene con dispositivi non Apple e, in quanto principale concorrente nel mercato mobile, i dispositivi Android non sono diversi. Gli AirPods funzionano perfettamente con un iPhone o un Mac, ma avrai bisogno di un piccolo extra per Android.

Questo non vuol dire che alcune funzionalità non saranno disponibili, ma molte delle funzionalità AirPod indispensabili come il rilevamento dell’orecchio per mettere automaticamente in pausa la musica non funzioneranno senza un’app di terze parti installata. Per fortuna, gli sviluppatori di app Android hanno intensificato il loro sviluppo e sono disponibili diverse app per il controllo degli AirPod.


Ne abbiamo già menzionato uno: AirBattery, che ha oltre un milione di download nel Google Play Store. Altri sono disponibili, tuttavia, tra cui AirDroid e PodAir. Ognuna di queste app tenta di offrire le stesse funzionalità che gli AirPod offrono sui dispositivi iOS e macOS, ma l’esperienza può essere diversa.

Se un’app non funziona, provane un’altra. Il successo nel loro utilizzo può dipendere dall’app o dal dispositivo, ma non è garantito che funzionino. Sfortunatamente, anche con queste app installate, non avrai la stessa, perfetta esperienza che potresti trovare usando un iPhone, ma sarà molto vicina.

Associazione di AirPods con Android

Proprio come potresti connettere un controller PS4 a un dispositivo Android, gli AirPods dovrebbero essere in grado di connettersi a qualsiasi dispositivo Bluetooth. Quasi tutti i dispositivi Android disponibili sono dotati di connettività Bluetooth, quindi supponendo che il tuo dispositivo Android non sia troppo vecchio, l’associazione dei tuoi AirPods con Android non dovrebbe essere un problema.


Questi passaggi possono variare, ovviamente, a seconda della versione di Android e del tipo di dispositivo in uso. Queste istruzioni dovrebbero funzionare bene con una versione moderna di Android e il processo dovrebbe essere simile anche per altre versioni.

1. Devi abilitare il Bluetooth sul tuo dispositivo Android prima di poterlo abbinare. Puoi farlo scorrendo verso il basso per accedere al riquadro delle notifiche e premendo il riquadro Bluetooth o premendo il cursore Bluetooth nel menu delle impostazioni di Android. Questo può essere elencato in un altro sottomenu come Connessioni su dispositivi Samsung.

2. Con Bluetooth abilitato, puoi iniziare la scansione dei tuoi AirPods. Con i tuoi AirPods nella custodia di ricarica e il coperchio della custodia aperti, tieni premuto il pulsante di impostazione sul retro della custodia. Una volta che i tuoi AirPods sono in modalità di associazione, la luce LED nella parte superiore del case inizierà a lampeggiare di bianco. 


3. Mentre il LED lampeggia, accedi al menu delle impostazioni Bluetooth e controlla l’elenco dei dispositivi disponibili. Se non vedi gli AirPod elencati, premi Scansione. Premi sull’elenco dei dispositivi per i tuoi AirPod nell’elenco per iniziare il processo di associazione, premendo OK per confermare. Una volta completato il processo di associazione, i tuoi AirPods dovrebbero passare alla sezione Dispositivi associati.

4. Una volta accoppiati, gli AirPods dovrebbero funzionare per le chiamate e per la riproduzione audio. Molte delle funzionalità aggiuntive non sono supportate da Android, motivo per cui dovrai installare un’app per controllare gli AirPod.

App per controllare gli AirPods

Un’app per controllare i tuoi AirPods ti permetterà di saltare le tracce toccando i tuoi AirPods, mettendo in pausa automaticamente i tuoi AirPods quando ne rimuovi uno dall’orecchio, oltre a controllare i livelli della batteria dei tuoi AirPods e della custodia di ricarica.


Consigliamo AirBattery o AirDroid (da non confondere con la popolare app per trasferimento file), ma molte app simili sono disponibili nel Google Play Store. Queste istruzioni vi faranno capire come installare e utilizzare AirBattery su Android, ma i passaggi dovrebbero essere simili per altre app.

1. Inizia installando AirBattery dal Google Play Store. Quando apri l’app per la prima volta, devi concedere all’app determinate autorizzazioni per controllare il tuo dispositivo. Premi Concedi autorizzazione e segui le istruzioni visualizzate per la tua versione di Android per consentire all’app di accedere a ciascuna impostazione.

2. Seleziona il tuo dispositivo AirPods dall’elenco. AirBattery, ad esempio, supporta vari cloni AirPods insieme alle versioni ufficiali di Apple. Una volta selezionato il dispositivo, premere OK per procedere.


3. Dopo aver selezionato il dispositivo dall’elenco, AirBattery verrà configurato. Puoi visualizzare lo stato degli AirPods scorrendo verso il basso nel riquadro delle notifiche. Premendo sulla notifica AirBattery o aprendo direttamente l’app AirBattery verranno visualizzati i livelli correnti della batteria, oltre a consentire l’accesso ad altre impostazioni di AirBattery. Premi l’icona della chiave inglese per accedere alle impostazioni di AirBattery.
4. Dovrai abilitare AirPod Ear Detection affinché i tuoi AirPod mettano automaticamente in pausa qualsiasi video o musica riprodotto quando rimuovi uno o entrambi dalle orecchie. Premi il cursore accanto a quell’opzione nella sezione Comportamento nel menu delle impostazioni di AirBattery.

5. L’abilitazione del rilevamento dell’orecchio AirPod in AirBattery disabilita la barra delle notifiche aggiornata. Se preferisci mantenerlo abilitato, disabilita AirPod Ear Detection premendo il cursore accanto ad esso, quindi premi Mostra notifica nella sezione Notifiche.

6. Una volta che AirBattery (o un’altra app di controllo AirPod) è installata e configurata, dovresti avere la funzionalità quasi completa abilitata sul tuo dispositivo Android. Non sarai in grado di configurare i tuoi AirPods per attivare Siri, ad esempio, ma dovresti essere in grado di utilizzare altre funzionalità AirPods come il rilevamento dell’orecchio e il salto della traccia. Contatta l’assistenza in caso di problemi.

Allora gli AirPods funzionano con Android?

Chiedere “gli AirPods funzionano con Android” non è la domanda giusta da porre. Come abbiamo dimostrato qui, gli AirPods possono e funzionano bene con i dispositivi Android, ma per ottenere la piena funzionalità è necessaria un’app di terze parti. È un po’ più facile usare AirPods su Windows, ma scoprirai che la migliore esperienza la si può fare con iOS e macOS.

Puoi anche modificare la funzione dei tuoi AirPods per usarli in altri modi, specialmente su iPhone o Mac. Con quali dispositivi usi i tuoi AirPods? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Lo sai che puoi condividere la connessione dati del tuo iPhone con un Mac o iPad (o un PC)!

Leave a Reply