Cosa fare se il telefono non si accende

By | Aprile 27, 2020
Cosa fare se il telefono non si accende

Il tuo telefono ha smesso di accendersi? Ecco alcuni suggerimenti per la risoluzione dei problemi che possono aiutarti a riavviare il tuo iPhone o dispositivo Android. La guida è possibile applicarla a tutti i telefoni di tutte le marche, come Samsung, Xiaomi, Huawei, Honor, LG, Sony e altri. Dopo aver pagato centinaia di euro per il tuo piccolo computer tascabile, può essere snervante scoprire che non si accende. Prima di andare nel panico, o acquistare un nuovo dispositivo, esegui alcuni di questi passaggi per risolvere il problema con il tuo telefono che non si accende.


Ispezionare il telefono per danni fisici

Innanzitutto, dai una buona occhiata al telefono. Hai lasciato cadere il telefono di recente? Lo schermo è rotto o danneggiato? La batteria è gonfia? (In tal caso, non tentare di accendere il telefono, portarlo invece in una struttura per lo smaltimento di rifiuti elettronici nella tua zona.) C’è qualche danno da acqua? (Puoi controllare guardando nello slot della scheda SIM sia sull’iPhone che su molti  dispositivi Android.) Se riscontri problemi hardware, potresti dover sostituire il componente difettoso o portarlo da un tecnico.

È possibile che il tuo telefono funziona, ma ha lo schermo danneggiato: ho visto telefoni con vetri intatti e incrinati che non mostravano nessun’immagine. Prova a spegnere il telefono tenendo premuto il pulsante di accensione, quindi riaccendilo. Vedi se senti una vibrazione quando si accende. Puoi anche provare a invocare “Hey Siri” o “Hey Google” o chiamare il tuo telefono da un altro dispositivo. Se senti dei suoni ma lo schermo è vuoto, il telefono funziona, necessita solo di un nuovo display.

Caricare la batteria

Può sembrare sciocco, ma è possibile che il telefono abbia la batteria scarica. Prova a collegare il telefono a un caricabatterie: se la batteria è completamente scarica, non si accenderà immediatamente. Prova a lasciarlo collegato per circa 15-30 minuti prima di accenderlo. Se non funziona, potresti anche avere un caricabatterie danneggiato. Prova un cavo, un power bank e una presa a muro diversi. Controlla anche la porta di ricarica: la lanugine può facilmente rimanere intrappolata all’interno e impedire ai pin di entrare in contatto. Uno stecchino può aiutare a rimuovere eventuali detriti che potrebbero essersi accumulati nella porta, a quel punto puoi provare a ricaricare il telefono.

Esegui un hard reset

Se tenere premuto il pulsante di accensione non ti ha permesso di spegnere o riaccendere il telefono, potrebbe essere necessario eseguire un “hard reset”. Sull’iPhone ci sono vari metodi a seconda del modello:

  • Se hai un iPhone 8 o successivo, premi e rilascia il pulsante Volume su, quindi premi e rilascia il pulsante Volume giù, prima di tenere premuto il pulsante di accensione fino a quando lo schermo non si riaccende.
  • Sull’iPhone 7, tieni premuti contemporaneamente i pulsanti di accensione e riduzione del volume fino a quando lo schermo non si riaccende.
  • Su iPhone e iPad meno recenti con i pulsanti Home, tieni premuti i pulsanti Home e Power fino a quando lo schermo non si riaccende.

La maggior parte dei telefoni Android sono simili. Su molti telefoni Samsung, ad esempio, dovrai tenere premuto Volume su e Volume giù insieme al pulsante di accensione fino a quando lo schermo non si accende. Fare riferimento al manuale del dispositivo o cercare le istruzioni di ripristino, in caso di problemi. Se il telefono ha una batteria rimovibile, puoi anche provare a estrarla, attendere alcuni secondi, quindi ricollegarla prima di riaccendere normalmente il telefono.


Ripristina il telefono alle impostazioni di fabbrica

Se tutto il resto fallisce, potrebbe essere necessario cancellare completamente il telefono e iniziare dalle impostazioni di fabbrica. (Spero che tu abbia un backup !) Fare questo varia tra i produttori, ma possiamo indicarti la giusta direzione.

Se hai un iPhone, collegalo al tuo computer usando un cavo USB e avvia iTunes (o apri Finder, se stai usando Catalina su un Mac). Se tutto va bene, l’icona del telefono comparirà nella barra degli strumenti in alto — in caso contrario, esegui i passaggi di reimpostazione completa elencati sopra mentre il dispositivo è collegato per metterlo in modalità di ripristino. Se viene visualizzata l’icona del telefono, fai clic su di essa, quindi seleziona Ripristina iPhone per pulirlo. Se il telefono non viene visualizzato, passa alla sezione successiva.

Se hai un telefono Android, dovrai avviare la modalità di ripristino, che può variare da telefono a telefono. Sul mio Samsung Galaxy S10e, ad esempio, devo tenere premuti i pulsanti Volume giù, Bixby e Accensione per alcuni secondi fino a quando appare il menu di ripristino. Sul Pixel 2, è necessario tenere premuti contemporaneamente i pulsanti Volume giù e Accensione, quindi utilizzare i pulsanti Volume per selezionare la modalità di recupero. Una volta in modalità di ripristino, utilizzare i pulsanti del volume per scorrere fino a Cancella dati / Ripristino predefiniti e utilizzare il pulsante di accensione per selezionarlo. Ancora una volta, il modello di Google del tuo telefono se hai problemi a trovare questa opzione.

Eseguire nuovamente l’installazione del firmware da zero

Se non riesci a far funzionare la modalità di recupero utilizzando le istruzioni precedenti, potrebbe essere necessario accedere a una modalità di livello inferiore per eseguire il flashing del firmware da zero.

Su iPhone, questa si chiama modalità DFU. Dovrai collegare il telefono al computer, aprire iTunes (o Finder) e inserire una serie leggermente più complessa di pressioni di pulsanti. Varia da telefono a telefono, quindi Google è il tuo modello specifico di iPhone per vedere cosa devi fare. Idealmente, una volta che lo fai, iTunes / Finder dovrebbe chiederti di ripristinare l’iPhone.

Il firmware da installare sui telefoni Android, ancora una volta, varia molto da telefono a telefono per per includere tutte le istruzioni qui. Sui telefoni Pixel, è possibile installare Android Debug Bridge sul PC, quindi scaricare il firmware da Google e seguire le istruzioni in quella pagina. Altri telefoni potrebbero richiedere i propri strumenti specializzati e dovrete cercare su Google come eseguire il flashing del nuovo firmware da zero sul dispositivo specifico. Attenzione, questo può essere molto complesso, quindi se non ti senti a tuo agio con questi passaggi, probabilmente è meglio portare il tuo telefono da un tecnico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.