Come trovare i file scaricati su iPhone o iPad

By | Marzo 4, 2021
Come trovare i file scaricati su iPhone o iPad

La maggior parte delle app su iPhone e iPad si connettono e funzionano senza problemi su Internet. Che tu stia guardando qualcosa su Netflix, rilassandoti con i brani su Spotify o lavorando su un documento di Google Docs, non devi scaricare nulla in locale.


Ma i download di file sono ancora estremamente utili. Puoi accedervi in ​​qualsiasi momento senza fare affidamento su una connessione stabile e non devi preoccuparti di utilizzare la larghezza di banda mobile mentre sei in movimento. Di seguito, imparerai i luoghi più probabili che dovresti cercare per trovare file scaricati come documenti, foto e video su iPhone o iPad.

Guarda dentro l’app File

L’app File per iPhone e iPad, che ha fatto il suo debutto in iOS 11, è un file manager di base che ti consente di gestire iCloud e servizi di cloud storage di terze parti come Google Drive e Dropbox. Fornisce inoltre una posizione, denominata Sul mio iPhone / iPad, che consente l’archiviazione di file locali in una forma alquanto limitata.

Sia l’utente che le app che girano su iPhone e iPad possono sfruttare l’app File per salvare i dati. In genere, è dove dovresti cercare quando desideri individuare un download avviato dal browser o un file salvato manualmente utilizzando l’ opzione Salva su foglio di condivisione file.

Ad esempio, puoi trovare i download di Safari nella cartella Download all’interno di iCloud Drive. Apri semplicemente l’app File e tocca iCloud Drive > Download per arrivarci. I download di Safari si ricaricano anche su iCloud in modo da poterli accedere anche su altri dispositivi Apple.

Se utilizzi un browser Web di terze parti come Google Chrome o Firefox, troverai i download di file nella posizione offline Sul mio iPhone / iPad. La cartella di download generalmente prende lo stesso nome del browser, quindi non dovresti avere problemi a individuarla.

Puoi anche modificare il percorso di download di Safari su Sul mio iPhone / iPad. Vai su Impostazioni > Safari e seleziona Sul mio iPhone come posizione di download. Ciò mantiene i download offline, non spreca larghezza di banda e aiuta a conservare lo spazio di archiviazione di iCloud.

Browser a parte, potresti anche trovare altre app, come Apple Pages, che archiviano copie di file offline all’interno di iCloud Drive o Sul mio iPhone / iPad.

Se hai difficoltà a trovare un file scaricato, puoi provare a cercarlo toccando il campo Cerca nella parte superiore dell’app File. Nel caso in cui non ricordi il nome esatto, puoi cercarlo per tipo di file: ad esempio, digita PDF e seleziona documento PDF per filtrare e cercare solo documenti PDF.

Dopo aver individuato un download, puoi toccare per visualizzarne l’anteprima nell’app File. Puoi anche premere a lungo un elemento per visualizzare varie opzioni del menu contestuale: CondividiEliminaSposta, ecc. 

Controlla i download nelle app

L’app File non funziona come un file manager centrale per tutto su iPhone e iPad. Alcune app, come le app TV, Musica o YouTube, utilizzano aree di archiviazione interne nascoste per archiviare i file. Non sono visibili all’utente, quindi non puoi accedere ai file nella loro forma non elaborata a meno che non utilizzi l’app stessa per aprirli e visualizzarli.

In Apple TV, ad esempio, puoi trovare video e programmi scaricati in Libreria > Scaricati. Lo stesso vale per Apple Music. Puoi solo riprodurli: non puoi spostare o spostare questi file altrove o utilizzare un’altra app per accedervi.

È abbastanza facile trovare la sezione Download di un’app dopo aver esplorato l’interfaccia utente per diversi secondi. Dovresti anche trovare le opzioni per eliminare i download. Alcune app non presentano una sezione separata per i download, ma utilizzano semplicemente un simbolo di stato, ad esempio un segno di spunta, accanto ai nomi dei file per denotarlo.

I browser Web sono inoltre dotati di elenchi di download o visualizzatori incorporati. Ad esempio, in Safari e Firefox, puoi visualizzare un elenco di download toccando l’ icona Download rispettivamente sul lato destro della barra degli indirizzi o nella parte inferiore dello schermo.

Passa attraverso l’app Foto

Quando si visualizza una foto utilizzando un browser Web o un’app di social media, di solito è possibile scaricarla sul proprio iPhone utilizzando le opzioni del menu contestuale a pressione prolungata Salva o Aggiungi a foto. Ciò si estende anche ai clip audio e video. Puoi quindi trovarli all’interno dell’album Recenti sull’app Foto del tuo iPhone. 

Alcune app di social media, come WhatsApp, creano automaticamente album che contengono elementi multimediali che hai configurato per il download. Li troverai nella scheda Album.

Se hai problemi a trovare un elemento scaricato nell’app Foto, passa alla scheda Cerca e prova a cercarlo.

Gestisci i file tramite l’archiviazione di iPhone

Se stai cercando di eliminare gli elementi scaricati nelle app stock native (come Messaggi), puoi utilizzare la pagina Archiviazione iPhone / iPad all’interno dell’app Impostazioni per eliminarli. È un ottimo modo per liberare rapidamente spazio su iPhone.

Vai su Impostazioni > Generali > Archiviazione iPhone. Quindi, scegli un’app (puoi anche usare l’icona Cerca per filtrare le app per nome) e di solito troverai tutti i download ad essa correlati all’interno. È quindi possibile scorrere gli elementi verso destra ed eliminarli.

Potresti anche visualizzare consigli di archiviazione che puoi utilizzare per rimuovere file video di grandi dimensioni o allegati dell’app Messaggi nella parte superiore della schermata Archiviazione iPhone / iPad.

Non troverai tutto

A differenza dei dispositivi desktop, non hai il controllo assoluto sugli elementi scaricati su iPhone o iPad. Troverai i file scaricati sparsi ovunque sul tuo iPhone o iPad ed è facile perdere traccia. 

Sia iOS che iPadOS, in particolare quest’ultimo con il suo potenziale simile a un MacBook, devono fornire agli utenti un maggiore controllo sulla memoria interna. Con l’app File in gioco, è probabile che accada, ma solo gradualmente durante le future iterazioni del software di sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *