Come trasformare il tuo vecchio telefono in una videocamera di sicurezza [Android e iOS]

By | Febbraio 6, 2020
trasformare il tuo vecchio telefono Android in una videocamera

Avere uno smartphone è come avere una porta aperta su un numero infinito di funzioni, e anche di dispositivi raggruppati all’interno dello stesso dispositivo. È un lettore multimediale, funge da fotocamera, offre accesso a Internet, ci mette in contatto con tutti quelli che utilizzano uno smartphone e può essere modificato anche quando il dispositivo mobile ha smesso di essere utilizzato come dispositivo principale.


È logico accumulare diversi smartphone perché, sebbene insistiamo nel prolungarne il tempo di utilizzo, prima o poi finisce nel cassetto. E non dovrebbe essere così neanche dal momento che un “vecchio” Android ha una seconda vita.

Ad esempio, è una console di gioco per un bambino, può anche diventare una Dash Cam o una videocamera per l’auto. E con un paio di applicazioni e un po’ di configurazioni, possiamo trasformare un vecchio Android in un volto di sicurezza o sorveglianza.

Trova il posto migliore dove guardare

Non è che le telecamere di sicurezza sono molto costose in quanto ci sono modelli che offrono un ottimo servizio per un prezzo di circa trenta euro. Ma se abbiamo già un dispositivo in grado di diventare gratuitamente una di quelle telecamere, perché non utilizzarlo? Questo è ciò che accade con qualsiasi smartphone Android dotato di una fotocamera posteriore funzionale.

Cioè, il cellulare deve essere in grado di scattare foto e anche video. Inoltre, è essenziale connettersi a Internet (in questo modo è possibile accedere al video live).

Prima di preparare il cellulare che deve fungere da telecamera di sorveglianza, devi trovare il posto giusto dove posizionarlo. In questo senso, la fotocamera posteriore dovrebbe mettere a fuoco l’area da monitorare, assicurandoti che il telefono sia visibile il meno possibile e che non sia troppo lontano da una presa (deve essere collegato all’alimentazione).

Per utilizzare il telefono cellulare come videocamera di sicurezza, deve essere fuori dalla vista e vicino a una presa.

La connessione WiFi deve essere attiva ogni volta che il cellulare Android funziona come una telecamera di sorveglianza; anche se può funzionare offline se ha memoria sufficiente per salvare le registrazioni (anche se non riceveremo avvisi nel caso in cui rilevi movimenti o non possiamo accedere alla trasmissione in tempo reale, qualcosa per farci stare tranquilli lontano da casa).

Una buona raccomandazione è quella di acquistare una carta SIM prepagata nel caso in cui va via la corrente e il modem si spegne.

Dopo aver determinato il posto migliore per posizionare lo smartphone (ad esempio su uno scaffale rivolto verso la porta), è necessario prepararlo a livello di software. Per fare questo, niente come usare alcune applicazioni.

Camy: la tua telecamera di sorveglianza personalizzata

Dopo aver provato diverse applicazioni per fare questo lavoro, la nostra prima raccomandazione è Camy, un’app che funziona perfettamente per l’uso che stiamo cercando: trasformare un vecchio cellulare in una telecamera di sorveglianza.

E lo fa in modo molto semplice: basta installare l’applicazione Camy su Android che fungerà da videocamera di sicurezza. Quindi, l’applicazione viene installata sul cellulare con cui accederemo alla trasmissione in diretta. E voilà: una semplice acquisizione del codice QR consente di accedere al controllo remoto della registrazione.

Possiamo vedere cosa succede a casa da qualsiasi luogo poiché Camy offre la trasmissione in diretta a tutti i cellulari che si sono registrati tramite il QR.

Inoltre, offre un servizio di registrazione, possiamo passare dalla videocamera posteriore a quella anteriore, ha il rilevamento del movimento e possiamo persino usare la videocamera di sorveglianza di notte; o grazie al filtro per scarsa luminosità incluso o se abbiamo attivato il flash della videocamera remota.

Camy è molto utile: è gratuita da scaricare (con pubblicità), è adatta per Android e anche per iOS, offre le sue funzioni gratuitamente e ha un servizio premium con cui vengono aggiunti alcuni extra, come la trasmissione a 1080p. Certo, puoi usarla perfettamente senza pagare un centesimo. La consigliamo.

Camy — Live Video Monitoring Baby&Pet Monitor CCTV

Alfred: telecamera di sorveglianza

La nostra seconda applicazione consigliata è molto conosciuta su Android, è anche la più utilizzata e ha le migliori recensioni. Questa popolarità è coerente con tutto ciò che offre l’applicazione: è potente, versatile, la trasmissione in diretta funziona senza tagli e ti consente di sostituire una telecamera di sorveglianza con qualsiasi vecchio cellulare Android (sopra la versione 4.1+).

Quello che fa Alfred è molto simile a quello che fa Camy: utilizza un cellulare per catturare video e un altro che funge da spettatore. Per accoppiarli, accedi utilizzando l’account Google dopo aver installato l’app su entrambi.

Monitora la casa con la fotocamera posteriore e anche la fotocamera frontale, ricevi avvisi grazie al rilevamento del movimento, Alfred trasmette video e audio, ha la sorveglianza notturna e ha la funzione Walkie Talkie per stabilire una chiamata tra entrambi i dispositivi. In questo modo è possibile avvisare chi è a casa. O spaventare i ladri.

camera di sicurezza domestica

Queste due applicazioni sono più che sufficienti quando si utilizza un vecchio telefono Android come videocamera di sicurezza. Se stai cercando altre opzioni, puoi scaricare alcune delle seguenti:

Un’ultima raccomandazione: collega il sistema di sorveglianza al cellulare solo quando vai via da casa. Sebbene le applicazioni sono sicure, non fa mai male prendere precauzioni; evitando così che chiunque possa visualizzare ciò che fai mentre sei a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *