Come navigare anonimi in Internet

By | Luglio 15, 2022

Seguite i consigli degli esperti per navigare anonimi sul Web senza essere tracciati. A questo punto, non è più un segreto che Google ci osservi. Se avete mai cercato qualcosa su Internet, dal nome di quel tizio in quel film (sapete quale) alla vendita delle migliori scarpe da ginnastica, probabilmente siete stati inondati di annunci pubblicitari relativi all’argomento. Grazie ai cookie, i siti web si ricordano di noi e ci offrono un’esperienza personalizzata, ma questo ha un costo per la nostra privacy. Il solo fattore “brivido” spinge molti esploratori di Internet a cercare un modo per navigare in anonimato senza essere tracciati. Navigare anonimo è un aspetto importante della libertà di parola. Molte persone vogliono nascondere la propria identità quando effettuano ricerche su Internet. Forse avete ragioni politiche, personali o di lavoro per effettuare ricerche anonime.


Forse volete rendere più difficile per gli intermediari di dati comprare e vendere le vostre informazioni personali (e per le persone usarle in attacchi doxxing). O forse siete preoccupati per lo spyware dannoso. Con gli hacker sempre più sofisticati e la sicurezza online sempre più preoccupante, potreste essere in tanti a navigare anonimi in Internet. Fortunatamente, esistono modi meno estremi per prevenire i rischi per la privacy online che possono derivare dal tracciamento. Oltre a essere consapevoli dei segnali di violazione del vostro computer, seguite le indicazioni dei professionisti e installate le applicazioni di sicurezza, eliminando anche quelle che potrebbero farvi più male che bene. Per ulteriori consigli di esperti su come navigare anonimi senza essere tracciati, continuate a leggere.

Come vengo tracciato online?

Ammettiamolo: Non si tratta di sapere se Internet vi spia, ma come vi spia. Estremamente è la migliore descrizione del modo in cui siete tracciati online. Se utilizzo il browser Chrome per qualsiasi cosa, Google lo sa. Google sa tutto ciò che faccio con il mio telefono Android. Quando accedo a Google con qualsiasi browser, Google mi segue anche lì. Quando faccio acquisti su Amazon, o su qualsiasi altro sito web, e questi rilasciano dei cookie, anche altri siti web li raccolgono. Alcuni dei metodi con cui veniamo tracciati online sono ovvi, indicando i dati richiesti attraverso i moduli, i cookie del browser e i log-in degli account. Ma anche se non ci si pensa spesso, l’indirizzo IP è senza dubbio il metodo di tracciamento più importante. I siti possono anche utilizzare il fingerprinting per conoscere il vostro computer e la vostra cronologia di navigazione. Alcuni negozi monitorano anche le azioni dei visitatori, come i clic e la pressione dei tasti.

  1. Moduli. Compilate un modulo con le vostre informazioni, ad esempio l’indirizzo di spedizione per velocizzare il checkout, e state fornendo dati a un sito.
  2. Cookie del browser.I cookie memorizzano informazioni sul modo in cui l’utente interagisce con un sito Web, ad esempio la lingua preferita, e sono un altro modo in cui viene tracciata la sua cronologia Internet. Sono spesso utilizzati per la pubblicità e gli annunci mirati, ma memorizzano anche dati finanziari e numeri di previdenza sociale, che potrebbero portare al furto di identità se la persona sbagliata entra in possesso di questi dati personali. Sebbene i siti web chiedano di rifiutare o accettare i cookie, molti di essi obbligano gli utenti a fare i salti mortali per rifiutarli tutti. (Naturalmente, il pulsante “accetta i cookie” è facilissimo da trovare).
  3. Accesso all’account. Quando si accede a un account, l’azienda può tracciare la posizione dell’utente e accedere alle informazioni che ha in archivio su di lui. Potreste essere sorpresi di quanti dati le aziende come Google e Facebook abbiano già su di voi. Come la vostra età, la vostra posizione, i vostri interessi e altro ancora”.
  4. Indirizzo IP. Ci sono molti modi in cui Internet ci traccia, ma uno dei metodi principali è l’indirizzo IP, un codice unico assegnato al vostro dispositivo. L’indirizzo IP può rivelare molte cose su di voi. È possibile scoprire in quale Paese, Stato e città ci si trova semplicemente guardandolo. Se volete mantenere la vostra posizione privata, questo non è il massimo. Supponiamo che vi disconnettiate dal vostro account Facebook, in modo che non siano in grado di attribuirvi la cronologia di navigazione. Questo non significa che eviterete del tutto il tracciamento. Se un sito web utilizza gli strumenti di Facebook per scopi pubblicitari, potrebbe raccogliere dati di navigazione basati sul vostro indirizzo IP.
  5. Impronte digitali. Le impronte digitali sono un metodo di tracciamento comune. È il modo in cui le nostre macchine appaiono ai siti web durante la navigazione in Internet, esponendo gran parte della nostra cronologia di navigazione, se non tutta, ai siti web che visitiamo. Sembra spaventoso? Potete scoprire quanto siete identificabili su Internet visualizzando l’impronta digitale del vostro browser su AmIUnique.

Leggi anche: Cosa sono i cookie e a cosa servono

Come navigare anonimamente senza essere tracciato?

Sapete di essere seguiti e, francamente, non vi piace. È ora di agire. Abbiamo chiesto agli esperti di sicurezza informatica come navigare in anonimo senza essere tracciati. Ecco i metodi migliori per evitare i cookie, mantenere privata la cronologia delle ricerche e avvicinarsi il più possibile all’anonimato.

1. Utilizzare un motore di ricerca privato

Permette di navigare in modo anonimo senza essere tracciati ma non impedisce il tracciamento altrove sul web. Google è ottimo dal punto di vista della ricerca, ma se siete preoccupati per il tracciamento online, rivolgetevi a un motore di ricerca privato, che in genere è più affidabile. Se non traccia e memorizza i vostri dati, non può consegnare le vostre informazioni alle autorità governative.

  • Mojeek: Questo motore di ricerca indipendente non traccia l’utente e fornisce risultati imparziali.
  • Gigablast: Questo motore di ricerca utilizza la crittografia per garantire la privacy,  non traccia l’utente e cosi naviga anonimo.
  • DuckDuckGo: Uno dei più popolari motori di ricerca privati per navigare anonimi in Internet DuckDuckGo non memorizza le informazioni dell’utente e non le condivide o vende a società terze. Il motore di ricerca mostra annunci pubblicitari, ma sono generici e relativi alla parola chiave cercata, non basati sulle informazioni personali o sulla cronologia delle ricerche.
  • StartPage: Attualmente è considerato uno dei motori di ricerca più privati. StartPage non traccia, non registra i dati degli utenti e non condivide le informazioni con terze parti. E utilizza la tecnologia di ricerca di Google, che garantisce risultati sempre pertinenti senza compromettere la privacy.
  • Xayn: questo motore di ricerca blocca i tracker, i cookie, gli annunci, non raccoglie i vostri dati permettendovi così di navigare anonimi in Internet.
  • Kiddle: Se per voi navigare anonimi in Internet per i bambini è importante quanto la privacy, potreste scaricare Kiddle sul computer di vostro figlio. Recupera risultati orientati ai bambini e alle famiglie, non raccoglie informazioni personali e cancella i suoi registri ogni 24 ore.

Se si desidera un navigazione anonima internet senza essere tracciati, è meglio utilizzare diversi motori di ricerca, a seconda di ciò che si sta cercando. Stiamo assistendo a una tendenza ad abbandonare un motore di ricerca standard e generico, come Google, per passare a un metodo più sofisticato che prevede l’utilizzo di diversi motori di ricerca specializzati per esigenze diverse. A seconda delle vostre esigenze, potreste preferire un browser incentrato sulla privacy come Firefox o Brave. Brave è stato costruito tenendo conto della privacy e ha intenzionalmente eliminato alcune delle funzionalità per evitare la condivisione delle vostre informazioni private. Brave è un browser basato su Chromium, il che significa che è costruito sul codice di Chrome, ma sono stati meticolosi nel progettarlo, tenendo conto della privacy dell’utente.


Leggi anche: Che cos’è la sicurezza informatica?

2. Navigare anonimi su Internet tramite la finestra di navigazione in incognito

Avvia una nuova finestra del browser che non salva la cronologia di navigazione, i cookie e i dati del sito, né le informazioni inserite nei moduli. Non impedisce ai siti web di tracciare il vostro indirizzo IP. La vostra attività potrebbe essere ancora visibile ai siti web che visitate, al vostro datore di lavoro o alla vostra scuola e al vostro provider di servizi Internet. Navigare in Internet anonimo è un modo per tenere nascosta la propria attività online, anche se non a tutti. Nasconde la cronologia di navigazione in quella sessione, ma non protegge dai siti web che tracciano la vostra attività sui loro siti in base all’indirizzo IP”. Sebbene la modalità Incognito di Google impedisca a chi ha accesso al vostro computer di vedere le vostre ricerche, il che è utile se state cercando un regalo o una ricerca che non volete che gli altri vedano, non è veramente in incognito come molti pensano.

C’è molta disinformazione in giro sulla navigazione in incognito e sul suo impatto sulla privacy. Quando si chiude una finestra in incognito, i siti web visitati durante la sessione non appaiono nella cronologia del browser. Tuttavia, questo non significa che la vostra attività sia completamente privata e anonima. Il vostro provider di servizi Internet può ancora vedere quali siti web visitate mentre siete in modalità Incognito. Inoltre, qualsiasi sito web visitato può ancora tracciare la vostra attività attraverso i cookie o altre forme di tracciamento dei dati. Considerate la navigazione privata come una prima linea di difesa. (Per farlo, andate sulle Impostazioni e poi su “Nuova finestra in incognito” o “Nuova finestra privata”). Per effettuare una ricerca più anonima senza tracciamento, è necessario un altro strumento. È anche possibile utilizzare una VPN per connettersi attraverso un server diverso da quello che si utilizza di solito, mascherando la propria identità e la propria posizione.

3. Navigare in modalità ospite di Google

Evita di memorizzare la cronologia delle ricerche. Non impedisce ai siti web di tracciare il vostro indirizzo IP. I vostri dati sono ancora visibili ai siti web che visitate, al vostro datore di lavoro e al vostro provider di servizi Internet. Se state cercando di navigare anonimi senza tracciamento, considerate la modalità Ospite di Google come una finestra privata. In modalità Ospite, la cronologia delle ricerche non viene memorizzata. Tuttavia, analogamente alla modalità Incognito, i vostri dati sono ancora visibili ai siti web che visitate, ai fornitori di servizi Internet o ai datori di lavoro. In breve: né la modalità Incognito né la modalità Ospite vi renderanno invisibili durante la navigazione sul Web.

Se volete navigare in Internet senza preoccuparvi di creare un nuovo account utente o di dovervi disconnettere dall’account corrente, la modalità Ospite è perfetta per voi. Una volta terminato l’utilizzo della modalità Ospite, è sufficiente chiudere la finestra per eliminare automaticamente tutti i dati di navigazione. È un’opzione utile se si utilizza un computer pubblico, se si prende in prestito il computer di un amico o se si lascia che qualcuno prenda in prestito il proprio. Per accedere alla modalità Ospite, procedere come segue. Nel browser Chrome, fate clic sull’icona a destra della barra degli indirizzi, che assomiglia a un cerchio con una sagoma. Fare clic su Ospite. Una volta terminata la navigazione, chiudere la finestra.

4. Utilizzare il browser Tor

Nasconde la vostra attività web criptandola e cancella la cronologia di navigazione e i cookie dopo ogni sessione. Non impedisce il tracciamento quando non si utilizza Tor. Tor è l’acronimo di The Onion Router ed è un’associazione senza scopo di lucro fondata sulla convinzione che “gli utenti di Internet dovrebbero avere accesso privato a un Web non censurato”. Il browser Tor elimina le impronte digitali facendo apparire tutti gli utenti uguali grazie alla crittografia e al trasferimento del traffico attraverso migliaia di server gestiti da volontari, noti come relay Tor. Se volete fare una ricerca anonima senza tracciamento, Tor è un’opzione valida. Utilizzando il browser Tor, è possibile mascherare la propria attività e i siti web non possono risalire al vostro indirizzo IP. Questo perché la rete Tor utilizza una serie di proxy per nascondere le informazioni di connessione. Tuttavia, il vostro ISP sarà in grado di determinare che siete connessi alla rete Tor, quindi non tutto il tracciamento viene eliminato. È possibile fare un ulteriore passo avanti utilizzando una VPN e poi un browser come Tor. In questo modo si maschera l’uso di Tor all’ISP, ma anche in questo caso è probabile che l’ISP sia in grado di determinare il servizio VPN utilizzato in base all’indirizzo IP a cui si è connessi.

Leggi anche: Sette semplici consigli per proteggere il tuo PC da hacker e malware

Navigare anonimi in modo sicuro

Se volete navigare anonimamente in Internet come un fantasma, non vi basterà un solo metodo. Per ottenere i migliori risultati, provate a combinare gli strumenti per la privacy. Utilizzate una VPN e un browser privato. Cercate con un motore di ricerca privato in un browser privato mentre utilizzate una VPN. Se mantenere l’anonimato online è duro per voi, è proprio così. Una volta terminati i preparativi per la prossima esperienza anonima sul web, imparate altri modi per rafforzare la vostra sicurezza online, come creare buone password, stare attenti al phishing e allo spoofing e attivare l’autenticazione a due fattori per tutti i vostri account.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.