Come modificare il file Host su MacOS (Mac OS X)

Come modificare il file Host su MacOS (Mac OS X)

Il file hosts del tuo Mac è un piccolo ma importante documento di testo che ha la capacità di mappare i nomi host agli indirizzi IP specificati. Mentre Internet moderno utilizza una varietà di server DNS pubblici e privati ​​per mappare gli indirizzi IP, il file hosts è un modo pratico per sovrascrivere quei server DNS, consentendo di puntare manualmente un indirizzo di sito Web all’indirizzo IP desiderato o bloccare l’accesso a un sito del tutto puntando a un indirizzo IP inutilizzato o interno.

Diamo una rapida occhiata a come modificare il file degli host Mac su macOS.

Le migliori app per la pulizia del Mac

Come modificare il file dei tuoi host Mac con la modifica del testo

Esistono due modi principali per modificare il file hosts in Mac OS X.

Il primo è usare TextEdit poiché il file hosts è un documento di testo normale. Tuttavia, non è possibile aprire direttamente il file poiché risiede in un’area protetta del file system. Invece, dobbiamo copiare il file in una posizione non protetta, come il desktop, modificarlo e quindi copiarlo di nuovo.

  1. Per trovare il file hosts, apri il Finder, a cui puoi accedere facendo clic sul desktop, lo smiley face finder nella parte inferiore sinistra dello schermo o premendo cmd + barra spaziatrice + Finder.
  2. Ora seleziona il menu a discesa Vai.
  3. Quindi selezionare Vai alla cartella dal menu.
  4. Nella casella, inserisci ” /private/etc/hosts ” nella casella e premi Invio.
  5. Si aprirà una nuova finestra del Finder e verrà selezionato il file hosts del tuo Mac. Fare clic e trascinarlo fuori dalla finestra del Finder e rilasciarlo sul desktop.

Per aprirlo, fai semplicemente doppio clic e visualizzerà il contenuto del file in TextEdit (o nell’editor di testo di tua scelta).

Trasferire musica da PC Windows e MAC a iPhone con iTunes

Blocca indirizzi IP

Per impostazione predefinita, il file /etc/hosts è relativamente semplice. Contiene una serie di righe di testo descrittivo che sono “commentate” con il segno cancelletto o numero (chiamato anche cancelletto o hashtag) (#).

Qualsiasi riga che inizia con un segno # è un commento e non viene letta dal file /etc/hosts. Per ogni riga, qualsiasi testo dopo il cancelletto viene ignorato dal computer, il che lo rende un buon modo per aggiungere note e descrizioni ai tuoi file. Contiene anche i valori IP predefiniti per localhost e broadcasthost. Per modificare il file, aggiungerai le tue righe dopo broadcasthost.

Oltre a testare siti Web di nuova concezione e migrazioni di hosting Web, un altro motivo per modificare il file hosts è bloccare l’accesso a siti Web specifici.

Nel nostro esempio, fingeremo che il computer che stiamo utilizzando sia un dispositivo che vogliamo utilizzare esclusivamente per lavoro, senza farci distrarre da Facebook sulla nostra macchina da lavoro.

Per fare ciò, digita l’indirizzo IP che desideri assegnare, seguito da due schede e dal nome host. Nel nostro caso, vogliamo bloccare Facebook, quindi mapperemo www.facebook.com su 0.0.0.0 che, come indirizzo IP non valido, risulterà in un errore.

Ora, ogni volta che proviamo ad andare su www.facebook.com dal nostro Mac, il browser Web non carica la pagina, incoraggiandoci a tornare al lavoro!

Reindirizza gli indirizzi web

In alternativa, puoi inserire l’indirizzo IP di un sito valido invece di 0.0.0.0, il che farà sì che gli utenti che tentano di accedere a Facebook vengano indirizzati al sito di tua scelta.

  1. Per determinare l’indirizzo IP di un sito Web, puoi utilizzare il comando dig, fornito di serie con macOS. Per scavare nel sito tramite Terminal, apriamo semplicemente Terminal e quindi eseguiamo il comando dig su URL, che restituirà quindi l’indirizzo IP come output.
  2. Ora, digita ” $ dig www.techjunkie.com + short 104.25.27.105

Nota: l’opzione + short mantiene l’output solo con le informazioni di cui abbiamo bisogno, ovvero l’indirizzo IP.

3. Prendi nota dell’indirizzo IP restituito e utilizzalo nella mappatura dei file degli host Mac. Ad esempio, il sito web del New York Times restituisce un indirizzo IP di 170.149.172.130. Se lo mappiamo su Facebook nel nostro file hosts, ogni volta che qualcuno che usa il Mac prova ad andare su Facebook, vedrà invece caricare il New York Times .

Nota: molti siti Web non ti consentono di mappare un nome di dominio all’indirizzo IP attualmente mappato al sito, quindi riceverai un errore di sicurezza quando provi.

4. Puoi aggiungere tutte le voci che desideri al file hosts inserendo nuove mappature su ogni riga. Dopo aver apportato le modifiche desiderate al file hosts, salvalo nella posizione corrente sul desktop.



5. Quindi, trascina e rilascia il file hosts dal tuo desktop nella sua posizione originale in /private/etc . Se hai chiuso la finestra del Finder che punta a questa directory, usa semplicemente il comando Finder > Vai > Vai alla cartella , discusso sopra, per riaprirlo.

6. Quando rilasci il file hosts nella sua posizione originale, macOS ti chiederà cosa fare per il file hosts non modificato che è già lì. Scegli Sostituisci e quindi inserisci la password dell’utente amministrativo per autenticare il trasferimento.

Con il file hosts modificato ora a posto, avvia il browser Web per testare le modifiche.



Cambiare MAC address su smartphone e tablet Android

Svuota la cache DNS

Nella maggior parte dei casi, la nuova mappatura dovrebbe funzionare immediatamente, ma se non vedi il comportamento corretto, potresti dover svuotare la cache DNS, costringendo il browser a leggere dal tuo file hosts per determinare la mappatura.

  1. Per svuotare la cache DNS sul tuo Mac, apri Terminale e usa il seguente comando (sudo ti consente di eseguire questo comando come amministratore della tua macchina):
  2. Ora digita ” sudo killall -HUP mDNSResponder” e premi Invio . Nota: sarà necessario inserire la password dell’amministratore per eseguire questo comando.
  3. Per fare in modo che il tuo Mac pulisca la cache DNS, quindi conferma di aver cancellato la cache emettendo una conferma, inserisci questi due comandi separati da un punto e virgola come mostrato qui: ” sudo killall -HUP mDNSResponder;say DNS cache has been flushed

Il tuo Mac passerà quindi attraverso gli altoparlanti dicendo “La cache DNS è stata svuotata”.

Come modificare il file degli host Mac nel terminale con Nano

I passaggi nella sezione precedente sono abbastanza semplici, ma se vuoi evitare di copiare il file hosts puoi modificarlo direttamente in Terminale usando UNIX Nano Text Editor, che è integrato in macOS.

1. Per iniziare, avvia Terminale, digita il seguente comando e premi Invio. Come per tutti i comandi sudo, dovrai inserire anche la tua password di amministratore per eseguirlo: “ "sudo nano /private/etc/hosts

2. Ora vedrai il file hosts aperto nell’editor Nano o vim o un altro editor di tua scelta. Per navigare e modificare il file in Nano, usa i tasti freccia sulla tastiera.

3. Proprio come abbiamo fatto con il metodo TextEdit sopra, possiamo aggiungere, modificare o rimuovere le mappature del nome host a piacimento. Poiché abbiamo avviato Nano utilizzando sudo, qualsiasi modifica verrà autenticata e salvata direttamente nel file hosts originale, senza la necessità di copiarlo al di fuori della sua home directory.

4. Al termine delle modifiche, premere Control-X per uscire dall’editor, Y per salvare e Invio per sovrascrivere il file hosts esistente.

Come accennato in precedenza, assicurati di svuotare la cache DNS se noti che le nuove mappature non funzionano correttamente.

I nostri esempi hanno menzionato il blocco e il reindirizzamento di siti che distraggono in un ambiente di lavoro, ma puoi anche utilizzare questi passaggi per bloccare manualmente l’accesso a siti Web dannosi e, naturalmente, anche per altri usi.

Se commetti un errore e non sei sicuro di come risolverlo, puoi sempre ripristinare il contenuto del file hosts predefinito utilizzando uno dei metodi precedenti per inserire le seguenti informazioni predefinite:

##
# Host Database
#
# localhost is used to configure the loopback interface
# when the system is booting. Do not change this entry.
##
127.0.0.1 localhost
255.255.255.255 broadcasthost::1 localhost
fe80::1%lo0 localhost

Conclusione

Sapere come modificare il file hosts su macOS offre un modo conveniente per sovrascrivere i server DNS e puntare manualmente l’indirizzo di un sito Web a un nuovo indirizzo IP o bloccare l’accesso e, seguendo i passaggi sopra descritti, è possibile eseguire questa attività molto rapidamente.

Qual è il motivo per cui stai cercando di modificare il file hosts del tuo Mac? Come ha funzionato? Raccontacelo nei commenti qui sotto!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*