Come fare backup telefono o tablet Android

backup Android

Come fare backup telefono o tablet Android

Il backup del dispositivo Android è molto più semplice di un tempo. Ecco come assicurarsi che i dati importanti vengano salvati e archiviati in modo sicuro. Il backup telefono o tablet Android è molto più semplice di un tempo. Ecco come assicurarsi che i dati importanti vengano salvati e archiviati in modo sicuro. Il backup di un dispositivo Android era un compito noioso in passato. Per fortuna, dall’arrivo di Android 10 non è più così, perché per configurare il tutto bastano pochi minuti. Vediamo come fare backup Android. La scelta migliore per un backup totale Android, con le vecchie versioni, era probabilmente un’app specializzata. Altrimenti, era necessario copiare separatamente elementi come immagini, messaggi di testo o impostazioni delle app. Questo non solo richiedeva molto tempo, ma bisognava sempre assicurarsi di non aver dimenticato nulla.


Oggi non è più così. Oggi è sufficiente impostarlo e dimenticarsene fino al momento dell’acquisto di un nuovo telefono. Tuttavia, se pensate di passare da un marchio all’altro, la scelta migliore è quella di fare backup cellulare con Google Drive. Questi funzionano indipendentemente dalla marca del telefono. Utilizzate la soluzione del produttore del telefono, sempre che ne abbia una, a vostro rischio e pericolo (o se siete, ad esempio, fan di Samsung e non volete usare altro). Detto questo, vediamo come è facile eseguire il backup di un tablet o di uno smartphone Android con Android 10 e superiore. Queste opzioni sono state eseguite su un Google 4 XL ma, anche se il produttore del vostro telefono è diverso, questo vi darà una buona idea di cosa cercare.

Leggi anche: 8 migliori app per colorare Android e iOS

Cose da considerare quando si esegue il backup smartphone Android

Quando si esegue il backup telefono o tablet Android, tutto viene spiegato sullo schermo. Il dispositivo eseguirà il backup di quanto segue:

  • Applicazioni e dati delle applicazioni
  • Cronologia delle chiamate
  • Contatti
  • Impostazioni del dispositivo
  • Foto e video
  • SMS

Il backup viene archiviato in Google Drive. Oppure, finché si utilizza il telefono e lo si aggiorna costantemente. Se non lo si utilizza per più di due settimane, il backup avrà una data di scadenza. Verrà quindi eliminato dopo 57 giorni. Una piccola avvertenza: il backup degli SMS, delle foto e dei video viene eseguito con questo metodo solo per i dispositivi Pixel. Se si utilizza un dispositivo diverso, dovete verificare se il produttore del telefono ha incluso una propria soluzione per il backup degli SMS. Si può anche provare un’applicazione esterna, come SMS Backup & Restore. La maggior parte degli utenti non si preoccuperà comunque di conservare i messaggi di testo, dato che la maggior parte delle chat viene effettuata su dispositivi come WhatsApp, ad esempio. La prossima volta che si acquista un nuovo dispositivo e si accede con il proprio account Google, verrà chiesto se si desidera ripristinare l’ultimo backup. Le applicazioni verranno scaricate, le impostazioni verranno eseguite e sarete di nuovo operativi in men che non si dica.

Come fare backup Android

Una delle cose migliori degli attuali dispositivi Android è che è possibile eseguire il backup delle chiamate, dei messaggi e delle impostazioni in modo molto rapido.  Per iniziare, aprite le Impostazioni sullo smartphone e andate su Sistema. Quindi, in Avanzate, toccare Backup. Attivare il backup su Google Drive. Seguite le istruzioni aggiuntive sullo schermo per completare il processo.

Come effettuare backup Android di file e foto

Il backup di foto e file è altrettanto semplice. Tutto ciò di cui avete bisogno è l’app Google Foto, che vi consentirà di archiviare foto e video illimitati ad alta qualità, senza che vengano conteggiati nella quota di archiviazione del vostro account Google. Se si desidera archiviare questi file alla risoluzione con cui sono stati catturati, probabilmente si finirà per dover pagare per avere più spazio di archiviazione. Per trovare questa opzione, aprite l’app Google Foto sul vostro dispositivo (o installatela da qui, se non l’avete già). NOTA: gli utenti di dispositivi Google Pixel troveranno questa opzione nella schermata menzionata nella sezione precedente.

Toccare le tre linee in alto a sinistra dello schermo per aprire il menu e andare su Impostazioni. Quindi, toccare Backup e sincronizzazione. Quindi, assicurarsi che Backup e sincronizzazione sia abilitato. Inoltre, impostare la dimensione di caricamento su Alta qualità se si desidera sfruttare lo spazio di archiviazione gratuito. In alternativa, si può impostare su Originale. Una volta fatto ciò, le immagini e i video verranno sincronizzati e si troveranno nell’app Google Foto sul nuovo dispositivo. È anche possibile scegliere di eseguire il backup su dati mobili, nella stessa schermata. Tuttavia, se avete un piano dati limitato, non è consigliabile. Assicuratevi che sia impostato solo su WiFi.


Come fare il backup delle applicazioni

Google Play ti consente di reinstallare facilmente tutte le applicazioni. Non devi fare assolutamente nulla. Le applicazioni che hai scaricato su Google Play vengono salvate nel tuo account Google e puoi scaricarle nella procedura di configurazione iniziale quando reinserisci il tuo account Google. Accedi a Google Play. Apri il menu laterale facendo scorrere verso destra. Vai a “Le mie app e i miei giochi”. In alto, verrà visualizzato un modulo con le applicazioni precedentemente installate utilizzando il tuo account Google. Fare clic su di esso e selezionare le applicazioni che si desidera reinstallare. Se non appare, vai su “Collezione”. Questa sezione mostra tutte le applicazioni che hai installato utilizzando il tuo account Google, quindi cerca le più recenti o quelle che ti mancano e reinstallale.

Come fare backup WhatsApp

Sebbene WhatsApp abbia un sistema per esportare le chat via mail, quel backup non può essere ripristinato nell’applicazione. Per eseguire il backup di Whatsapp. Vai su WhatsApp> Impostazioni> Chat. Seleziona “Backup”. Scegli il tuo account Google. Se lo desideri, seleziona la casella per salvare anche foto e video. Tieni presente che il caricamento e il download richiederà del tempo. Per ripristinare il backup sul nuovo dispositivo mobile, è sufficiente confermare il ripristino nella configurazione iniziale dell’applicazione.

Backup di altri file su Android

Infine, ma non per questo meno importante, ci saranno altri file di cui vorrete fare il backup dal vostro dispositivo. In questo caso, ci sono due (semplici) opzioni. Se si desidera conservare i file nel cloud, è sufficiente caricarli direttamente sul proprio account cloud preferito, come Google Drive, Dropbox o OneDrive. L’altra opzione consiste nel collegare il telefono al computer tramite un cavo USB e assicurarsi che sia in modalità Trasferimento file/Android Auto. È quindi possibile copiare ciò che serve direttamente sul computer. Una volta copiato, è possibile ripristinare il file sul nuovo dispositivo.

Utilizzo di una connessione cablata per il backup smartphone Android

Molti dispositivi Android più recenti offrono la possibilità di collegare semplicemente il vecchio e il nuovo dispositivo. Vi verrà chiesto cosa volete copiare dal vecchio dispositivo e sarete a posto in pochi minuti. Tuttavia, vale sempre la pena di avere un backup, nel caso in cui queste opzioni non siano disponibili o si verifichi un guasto. Questa guida non è assolutamente esaustiva, ma dovrebbe indirizzarvi verso una strategia di backup, che potrete poi modificare in base alle vostre esigenze.

Leggi anche: Come stampare da tablet Android e iPad

Lascia un commento