Come criptare una cartella: Tutti i sistemi operativi

By | Ottobre 12, 2023
Come criptare una cartella

Nell’era digitale odierna, con l’incremento esponenziale di dati sensibili e preziosi, la necessità di proteggere le proprie informazioni è più pressante che mai. Specialmente quando un computer è l’unico dispositivo utilizzato da più persone in un’abitazione. Una soluzione efficace? Criptare le cartelle. Questo atto, fondamentalmente, consiste nel rendere inaccessibili determinati file o cartelle senza l’uso di una password specifica. Quando parliamo di criptare una cartella, ci riferiamo all’azione di proteggere digitalmente il contenuto di una determinata cartella, rendendolo accessibile solo a chi dispone della chiave di decrittazione o password. Immagina di avere un diario segreto: non lo lasceresti in giro per chiunque da leggere, giusto? Ecco, la crittografia agisce come una serratura per quel diario. Se il pensiero di “crittografare una cartella” ti suona come una sfida ardua a causa della tua familiarità limitata con la tecnologia, non temere. Anche se non sei un asso dell’informatica, con le giuste indicazioni, puoi criptare tutte le cartelle che desideri in modo semplice e sicuro. Il processo può apparire tecnico, ma una volta compresi i passaggi essenziali, diventa un gioco da ragazzi.


Come crittografare una cartella Windows 11

Nella nostra società sempre più digitalizzata, la privacy e la sicurezza dei dati sono diventate priorità fondamentali. Se stai cercando una soluzione per proteggere le tue informazioni su Windows 11, sei nel posto giusto. In questa guida, ti mostreremo come criptare una cartella sfruttando le potenzialità di alcuni software di terze parti.

Criptare cartelle con 7-Zip

Pur essendo Windows 11 l’ultima incarnazione del sistema operativo di Microsoft, la funzionalità nativa per crittografare una cartella con password è assente. Tuttavia, esistono soluzioni alternative.

7-Zip emerge come uno strumento efficiente e gratuito. È noto per gestire archivi compressi, ma la sua capacità di criptare cartelle protette da password lo rende particolarmente utile in questo contesto.

Installare 7-Zip

  1. Visita il sito ufficiale di 7-Zip.
  2. Scarica la versione appropriata per il tuo sistema (Windows 11 supporta solo la versione a 64 bit).
  3. Avvia l’installer e segui le istruzioni a schermo per completare l’installazione.
Procedura per criptare una cartella
  1. Click destro sulla cartella desiderata.
  2. Seleziona 7-Zip > Aggiungi all’archivio dal menu contestuale.
  3. Imposta le tue preferenze, inclusa la password, e conferma.

Nota: Una volta creato l’archivio compresso protetto da password, assicurati di eliminare la cartella originale per garantire una protezione completa.

VeraCrypt: un’alternativa a considerare

Se 7-Zip non fa al caso tuo o desideri esplorare ulteriori opzioni, VeraCrypt potrebbe essere la soluzione ideale. Diversamente da 7-Zip, VeraCrypt crea volumi cifrati invece di archivi compressi, offrendo un livello di protezione potenziato per criptare le cartelle.

Come crittografare una cartella Windows 10

Sebbene Windows 10 sia uno dei sistemi operativi più diffusi e apprezzati, presenta alcune limitazioni in termini di sicurezza. Non dispone, infatti, di una funzione nativa per crittografare una cartella. Ma non temere, ci sono soluzioni alternative.

Strumenti e Software di Terze Parti

Mentre Windows 10 potrebbe non offrire opzioni dirette per criptare cartelle, esistono numerose applicazioni di terze parti progettate per questo scopo. Ad esempio, nell’articolo precedente abbiamo esaminato diverse opzioni per Windows 11. Molti di questi programmi sono compatibili anche con Windows 10. Ricorda: quando scegli un software per criptare una cartella, assicurati sempre che sia da una fonte affidabile e che abbia buone recensioni per garantire la sicurezza dei tuoi dati.

Come criptare una cartella Mac

Crittografare una cartella significa proteggere il suo contenuto mediante un codice speciale, rendendolo inaccessibile a chi non dispone della chiave o password appropriata. Se stai cercando di capire come criptare una cartella sul tuo Mac, sei nel posto giusto. MacOS fornisce strumenti nativi che facilitano questo processo, garantendo la massima protezione dei tuoi dati.


Utilizzare Utility Disco per criptare cartelle

Utility Disco, incluso in macOS, è uno degli strumenti più efficienti per crittografare una cartella. Ecco una guida step-by-step per garantire la sicurezza delle tue informazioni:

  1. Avvia Utility Disco: Accedi al Launchpad, seleziona la cartella “Altro” e fai clic sull’icona di Utility Disco.
  2. Creazione di un’Immagine Protetta: Una volta aperto Utility Disco, naviga nella barra dei menu e seleziona File. Dal menu a discesa, clicca su Nuova Immagine > Immagine da cartella… e scegli la cartella che vuoi criptare.
  3. Configura l’Immagine Protetta: Nella finestra successiva, inserisci il nome desiderato per il tuo volume criptato e scegli dove salvare il file. Nel campo “Crittografia”, opta per Crittografia a 128-bit AES o Crittografia a 256-bit AES. Dopo aver inserito due volte la password desiderata, nel menu “Formato immagine” scegli l’opzione “Compresso”.
  4. Salva e Proteggi: Clicca su Salva e attendi la conclusione del processo. Una volta completato, avrai un volume protetto da password pronto per essere utilizzato.

Nota: Dopo aver criptato la cartella, ricorda di eliminare l’originale per garantire che i tuoi dati rimangano protetti.

Alternativa a Utility Disco

Oltre ad Utility Disco, esistono altri software che possono aiutarti a crittografare cartelle. Un esempio è VeraCrypt, una soluzione robusta e versatile, già menzionata in relazione a Windows. Se desideri invece comprimere e proteggere i tuoi dati con una password, Keka è uno strumento efficiente e intuitivo. In conclusione, criptare una cartella sul tuo Mac non è mai stato così semplice. Che tu scelga di utilizzare Utility Disco, VeraCrypt o Keka, la sicurezza dei tuoi dati è alla portata di un clic. Backup iPhone senza iTunes: Guida completa


Come criptare una cartella su Android

Proteggere i propri dati è diventato essenziale nell’era digitale. Se si utilizza uno smartphone Android e si vuole crittografare una cartella, ci sono molteplici soluzioni a disposizione. Tuttavia, una delle più affidabili e semplici è l’utilizzo dell’app Files di Google. Ecco come procedere.

Scegli l’app giusta: Files di Google

Files di Google, come suggerisce il nome, è una soluzione proposta direttamente dalla casa di Mountain View. Essa rappresenta un modo sicuro e affidabile per criptare cartelle sul proprio dispositivo. Questa applicazione è facilmente scaricabile dal Play Store.

Procedura di installazione e configurazione

  1. Scarica e installa l’applicazione Files di Google dal Play Store.
  2. All’apertura dell’app, tocca “Continua” e quindi “Consenti” dal messaggio pop-up.
  3. Nella schermata principale, cerca e seleziona “Cartella di sicurezza”. Questo ti permetterà di crittografare una cartella in modo sicuro.
  4. Scegli un metodo di blocco, che può essere un PIN o una Sequenza.
  5. Inserisci per due volte il tuo PIN o la sequenza scelta. Questo garantirà l’accesso solo a chi conosce questa combinazione.
  6. Conferma la tua scelta toccando “OK”.

Come criptare la cartella desiderata

  1. Torna alla schermata principale dell’app.
  2. Seleziona “Memoria interna” o “Scheda SD”, a seconda di dove si trova la cartella da crittografare.
  3. Trova e seleziona la cartella in questione.
  4. Tocca l’icona con i tre puntini in alto e seleziona “Seleziona tutto”.
  5. Tocca nuovamente l’icona dei tre puntini e seleziona “Sposta nella Cartella di sicurezza”.
  6. Conferma inserendo il PIN o la sequenza scelta in precedenza e tocca “Avanti”. Ora, i tuoi dati sono al sicuro.

Accesso alla cartella criptata

Accedere ai tuoi file protetti è semplice. Basta toccare “Sfoglia” in basso, poi “Cartella di sicurezza” e infine inserire il PIN o la sequenza scelta. Nota: Ricorda, per usufruire delle funzionalità dell’app Files di Google, è indispensabile possedere un dispositivo Android dotato dei servizi Google.


Attraverso questi passaggi, potrai assicurarti che i tuoi dati siano protetti. La crittografia, infatti, agisce come una cassaforte digitale, proteggendo le tue informazioni da occhi indiscreti. Come fare foto 3D con Android e iPhone

Come criptare una cartella su iPhone

L’importanza della protezione dei dati è in costante crescita in un’era digitale dove la privacy e la sicurezza sono al centro dell’attenzione. Uno dei modi migliori per proteggere le proprie informazioni personali su dispositivi mobili è, indubbiamente, criptare le cartelle. Ma come si fa su iPhone?

La Realtà della Crittografia su iPhone

iPhone è uno dei dispositivi mobili più popolari al mondo, noto per le sue straordinarie funzioni di sicurezza. Tuttavia, al momento della scrittura, esiste un limite importante da considerare: a differenza di altri dispositivi, non è possibile criptare una cartella direttamente all’interno del sistema operativo iOS.


Infatti, il file manager predefinito del sistema, chiamato “File”, non dispone di una funzionalità nativa per crittografare una cartella o file specifici. Una limitazione che può sorprendere molti, dato l’enfasi di Apple sulla sicurezza e la protezione dei dati.

Soluzioni Alternative: Cassaforti Virtuali e App di Terze Parti

Fortunatamente, la mancanza di una funzione integrata non significa che sia impossibile proteggere i propri dati. Alcune applicazioni di terze parti sono state sviluppate appositamente per risolvere questo problema.

Un esempio concreto di questo tipo di soluzione è Private Photo Vault. Questa app consente di creare delle cassaforti virtuali, spazi sicuri all’interno del dispositivo dove è possibile conservare foto, video e altri tipi di file, garantendo la loro sicurezza attraverso una crittografia robusta.

In sintesi, se stai cercando di criptare cartelle di file o documenti sul tuo iPhone, potresti dover ricorrere a soluzioni esterne. Nonostante l’assenza di una funzionalità nativa, grazie all’innovazione delle app di terze parti, la protezione dei tuoi dati sensibili è ancora a portata di mano. Come togliere virus da iPhone: Passo passo

FAQ: Come Crittografare una Cartella in Sicurezza

1. Cosa significa “crittografare una cartella”?

  • Crittografare una cartella significa proteggere i dati al suo interno utilizzando un codice segreto, noto come chiave di crittografia. Una volta crittografata, la cartella è leggibile solo da chi possiede la chiave per decrittografarla.

2. Perché dovrei crittografare una cartella?

  • La crittografia protegge i tuoi dati sensibili da accessi non autorizzati. Se temi che qualcuno possa avere accesso fisico o remoto al tuo computer, la crittografia può garantire che i tuoi dati rimangano privati.

3. È complicato crittografare una cartella?

  • No, ci sono molti software disponibili che rendono il processo semplice e intuitivo. Molti sistemi operativi offrono anche strumenti integrati per la crittografia.

4. Posso crittografare una cartella su Windows?

  • Sì, Windows fornisce uno strumento chiamato BitLocker che consente di crittografare intere unità o cartelle singole.

5. E su Mac?

  • I Mac hanno un’utilità chiamata FileVault che ti permette di crittografare l’intero disco rigido. Per crittografare singole cartelle, puoi utilizzare software di terze parti o creare un’immagine disco cifrata con Utility Disco.

6. Esistono strumenti gratuiti per la crittografia?

  • Sì, alcuni strumenti popolari e gratuiti includono VeraCrypt e 7-Zip. Entrambi offrono la possibilità di crittografare singole cartelle e sono disponibili per diversi sistemi operativi.

7. Se dimentico la password, posso ancora accedere ai miei dati?

  • No, se dimentichi la password o perdi la chiave di crittografia, potresti non essere in grado di accedere ai dati. È essenziale conservare la chiave in un luogo sicuro e ricordarsi della password.

8. La crittografia rallenta il mio computer?

  • La crittografia può avere un piccolo impatto sulle prestazioni, poiché i dati devono essere codificati e decodificati. Tuttavia, per la maggior parte degli utenti, l’effetto è minimo e non noteranno una differenza significativa nella velocità.

9. Posso inviare una cartella crittografata via email o su un servizio cloud?

  • Sì, ma chi riceve la cartella avrà bisogno della chiave o della password per accedervi. Assicurati di condividere la chiave in modo sicuro e non tramite lo stesso canale con cui invii la cartella crittografata.

10. Cosa succede se la mia cartella crittografata diventa corrotta?

  • Una cartella crittografata, come qualsiasi altro file, può diventare corrotta. È sempre una buona pratica eseguire backup regolari dei dati e, se possibile, conservare una copia non crittografata in un luogo sicuro.

Speriamo che questa FAQ ti abbia fornito una panoramica chiara sulla crittografia delle cartelle. Se hai altre domande, non esitare a contattarci! Password iPhone dimenticata: Come recuperarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *