Come creare Memoji personalizzati del tuo viso per usarli sul profilo WhatsApp e altre app

By | Febbraio 6, 2020
Come creare Memoji personalizzati del tuo viso per usarli sul profilo WhatsApp e altre app

Apple è la responsabile per aver reso popolare gli Memoji, questi avatar virtuali generati da una foto che chiunque con un iPhone dalla decima generazione in avanti, potrebbe creare per poi condividere con il mondo. Aziende come Samsung hanno cercato di creare la stessa funzionalità, diventando anche una questione controversa che ha portato Xiaomi a minacciare tutti quelli che dicono che le loro “Mimoji” sono uguali alle “Memoji” di Apple.


Ora, le acque sembrano essere più calme, sebbene la popolarità dei Memoji continui a crescere. Ma a differenza di quanto accade con gli ultimi telefoni Apple, su Android non esiste uno strumento concreto e universale progettato per creare questo tipo di avatar virtuali. Fortunatamente, il Google Play Store è pieno di app di questo tipo e oggi vi vogliamo consigliare le migliori app per creare Memojis che puoi usare.

Le migliori app per creare Memojis personalizzati su Android

ZEPETO

Attualmente, è lo strumento che offre risultati più simili ad Apple Memoji, poiché lo stile degli avatar è simile. Come nella maggior parte delle app di questo tipo, il primo passo sarà realizzare un selfie che l’applicazione utilizzerà per generare l’avatar.

Tuttavia, sarà possibile modificare le caratteristiche del viso in qualsiasi momento prima di salvare l’immagine. ZEPETO offre anche la possibilità di esportare un pacchetto di emoji personalizzati che possono essere successivamente utilizzati per inviare emoticon tramite applicazioni come WhatsApp. Sarà anche possibile personalizzare una foto con il nostro avatar per profilarla su social network o applicazioni di messaggistica.

Gboard

Per un bel po’ di tempo, Gboard, la tastiera di Google fornisce anche la possibilità di generare emoji personalizzati in base alle nostre caratteristiche del viso. A differenza di ZEPETO, gli emoji generati si basano su Bitmoji, quindi sembrano più caricaturali e non “realistici” come nel caso di ZEPETO o Apple Memojis.

Per creare i nostri “Minis” in Gboard, è sufficiente accedere al menu degli emoji premendo a lungo il pulsante “,” . Da lì vedremo l’opzione “Mini” e facendo clic su di essa l’app ci chiederà di caricare un selfie che verrà utilizzato per generare l’emoji.

Come creare Memojis senza installare alcuna applicazione

Oltre alle due app di qui sopra, ci sono molte altre e ottime applicazioni per creare avatar personalizzati su Android. Tuttavia, a seconda del cellulare in uso, potresti anche essere in grado di generare il tuo pacchetto di emoji senza installare nulla.

Sui cellulari Samsung

Dall’arrivo del Galaxy S9, Samsung include nei suoi telefoni cellulari “AR Emoji”, il cui funzionamento ricorda abbastanza Apple Animojis, anche se i risultati sono leggermente diversi. Inoltre, questi sono in grado di imitare anche i movimenti del nostro corpo grazie a una tecnologia esclusiva.

Per usarlo, basta aprire l’applicazione della fotocamera e accedere alla sezione Emoji AR. Nel caso in cui non lo avessi già fatto, devi creare la tua emoji attraverso un selfie seguendo le istruzioni che appariranno sullo schermo.

Quindi, è possibile personalizzare i tuoi vestiti emoji, accessori o modificarne l’aspetto. Devi solo fare clic su “Fine” per terminare e le emoji appariranno nella sezione Emoji AR, pronte per essere esportate come immagine per configurarla come immagine del profilo o per creare il tuo pacchetto emoji che puoi utilizzare su WhatsApp, Telegram, Instagram o qualsiasi altra app.

Sui cellulari Xiaomi

Sebbene siano disponibili solo nelle versioni MIUI per alcuni paesi, se hai un cellulare Xiaomi puoi usare il controverso MiMoji. Questo non è disponibile su Google Play, ma è possibile scaricarlo e installarlo manualmente come spiegato da MovilZona. Sotto queste linee ti offriamo un link a Google Drive poiché puoi scaricare il file APK MiMoji per i telefoni Xiaomi.

Una volta installato, devi solo aprire l’applicazione e generare le tue emoji personalizzate attraverso un selfie, in forma umana, animale o in uno dei modi inclusi. È necessario avvisarvi, ovviamente, che questa funzione non offre la possibilità di generare un pacchetto di emoticon personalizzate, ma solo salvare l’immagine MiMoji, che può essere successivamente utilizzata come immagine del profilo.

Sui telefoni Huawei

Naturalmente, Huawei non è stato lasciato fuori dalla moda Memoji. La compagnia include in alcuni dei suoi cellulari il cosiddetto 3D Qmoji. Tuttavia, come nel caso dell’iPhone, questa funzione funziona solo su telefoni che includono sensori per il riconoscimento facciale, come le serie Mate 20 e Mate 30.

Per usarli, è necessario solo aprire l’applicazione della fotocamera e nella sezione “Altro”, accedere alla sezione “Obiettivo AR”. Lì viene offerta la funzione Qmoji, che rileva automaticamente i movimenti del nostro viso e li interpreterà attraverso un’emoji animata. È possibile salvare sia l’avatar che un’immagine e generare piccoli video o GIF.

E questo è tutto! Come puoi vedere, creare un’emoji personalizzata su Android è semplice anche se non esiste un modo universale per farlo. In effetti, potresti non dover nemmeno installare nulla.

Scarica gli incredibili sfondi animati di Google Pixel 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *