Come aggiungere un secondo monitor in Windows

By | Maggio 9, 2020
Come aggiungere un secondo monitor in Windows

Raddoppia lo spazio dello schermo con relativa facilità. L’aggiunta di un secondo monitor al tuo portatile o desktop è un’attività semplice in ambiente Microsoft Windows.


Considerazioni sulla connessione

Il primo passo nell’uso di un secondo monitor è collegarlo fisicamente al computer. Innanzitutto, dai un’occhiata alle porte del tuo computer. Sui laptop, di solito sono lungo i lati, ma a volte puoi trovarli sul retro. I desktop li hanno sempre sul retro. Scopri quali porte di visualizzazione hai. Alcune potrebbero esserti familiari, come HDMI. Altri potrebbero essere completamente alieni. Quindi, dai un’occhiata al tuo monitor. Di quali porte dispone? Le porte si trovano di solito sul retro del monitor. Sono anche comunemente sul lato inferiore dei monitor. Seleziona il cavo giusto per collegare il monitor e il PC.

VGA e DVI: i computer meno recenti potrebbero avere porte DVI o VGA. Questi connettori si basano su una serie di pin metallici, che di solito si trovano sul cavo. Le porte, quindi, hanno una serie di fori per accogliere i pin. VGA è una connessione a definizione standard a risoluzione inferiore. DVI è in grado di supportare HD di base. Se hai un monitor più recente, potresti avere difficoltà a connetterti, perché il supporto per DVI e VGA è stato abbandonato dalla maggior parte. Tuttavia, potresti avere fortuna con la conversione da DVI a HDMI.

HDMI: HDMI è il tipo di connessione display più ampiamente supportato. Quasi tutti i televisori si basano su HDMI e la maggior parte dei monitor dei computer ha almeno una porta HDMI. HDMI potrebbe essere l’opzione ideale. È il più utilizzato dai dispositivi e non dovresti avere difficoltà a trovare un cavo. Esistono diversi tipi di porte HDMI. I produttori di laptop possono optare per connessioni mini e micro HDMI più piccole per risparmiare spazio e costruire un dispositivo più piccolo. In questi casi, stai ancora lavorando con HDMI e puoi facilmente trovare cavi con un micro o mini connettore su un’estremità e una connessione HDMI standard sull’altra.

DisplayPort e USB-C: le cose si complicano un po’ con le connessioni DisplayPort, Mini DisplayPort e USB-C. Non li troverai normalmente, ma le schede grafiche dedicate e i laptop di fascia alta potrebbero avere connessioni DisplayPort. Anche i monitor di computer relativamente recenti supportano DisplayPort. Come per HDMI, le connessioni Mini DisplayPort consentono di risparmiare spazio sui dispositivi mobili e puoi trovare cavi con Mini DisplayPort su un’estremità e DisplayPort standard sull’altra. Probabilmente conosci USB-C come la connessione sugli attuali smartphone Android, ma è una connessione abbastanza veloce da supportare un monitor. In effetti, è l’opzione principale nei recenti Macbook. Se il tuo computer offre solo l’uscita video USB-C, prendi in considerazione un monitor che supporti l’ingresso USB-C. Altrimenti, acquista un cavo con una connessione USB-C da un lato e HDMI o DisplayPort dall’altro.

Collega il cavo sia al computer che al monitor utilizzando una coppia di porte corrispondente. Accendi il monitor.


Rileva il monitor in Windows

Ora che il monitor è fisicamente collegato al computer, è tempo di configurare il sistema operativo Windows per riconoscere e utilizzare il monitor. Ogni versione di Windows ha un processo leggermente diverso per abilitare e configurare il tuo secondo monitor. Segui la procedura per la versione di Windows in esecuzione sul tuo PC. Se il tuo computer è stato creato negli ultimi anni, probabilmente esegue Windows 10. Nella maggior parte dei casi, Windows rileverà e configurerà automaticamente il tuo secondo monitor senza alcuna richiesta da parte tua.

WINDOWS 10

  1. Apri il menu Power User ( Win + X ) o il menu Start e seleziona Impostazioni.
  2. Si apre l’app Impostazioni di Windows. Seleziona Sistema dalla finestra.
  3. Dalla sezione Display, scegli Rileva (se lo vedi) per registrare il secondo monitor. C’è anche la possibilità che il monitor sia già lì.
  4. Scegli Identifica sotto i monitor per vedere quale è. Windows visualizza il numero del monitor su ciascuna schermata.
  5. È possibile utilizzare il diagramma dei monitor per riorganizzarli. Seleziona un monitor e trascinalo in posizione rispetto all’altro monitor.

L’opzione Imposta come mio schermo principaleQuesto è il mio monitor principale o Usa questo dispositivo come monitor principale ti consente di decidere quale schermata deve essere considerata la schermata principale. È la schermata principale che avrà il menu Start, la barra delle applicazioni, l’orologio, ecc. Tuttavia, in alcune versioni di Windows, se fai clic con il pulsante destro del mouse o tieni premuto sulla barra delle applicazioni di Windows nella parte inferiore dello schermo, puoi accedere a il  menu Proprietà per scegliere Mostra barra delle applicazioni su tutti i display  per ottenere il menu Start, l’orologio, ecc. su entrambi gli schermi.

Se le due schermate utilizzano due diverse risoluzioni, una apparirà più grande dell’altra nella finestra di anteprima. Puoi regolare le risoluzioni in modo che siano uguali o trascinare i monitor verso l’alto o verso il basso sullo schermo in modo che corrispondano verso l’alto in basso.

WINDOWS 8 E WINDOWS 7

  1. Apri il menu Start di Windows 8 e Windows 7 e seleziona Pannello di controllo.
  2. Nel pannello di controllo, apri l’opzione Aspetto e personalizzazione. Questo si vede solo se stai visualizzando le applet nella vista “Categoria” predefinita (non nella vista “Classica” o icona).
  3. Ora, scegli Display e poi Regola la risoluzione da sinistra.
  4. Selezionare Rileva per registrare il secondo monitor, se non è già presente.
  5. Premere Identifica per visualizzare il numero associato a ciascun monitor.
  6. Seleziona e trascina un display nell’immagine per riposizionarlo rispetto all’altro.

Cambia il modo in cui il tuo computer gestisce il secondo monitor

Windows ti offre alcune opzioni su come gestirà il secondo monitor collegato al tuo computer. È possibile estendere il desktop su entrambi i monitor, eseguirne il mirroring o scegliere di utilizzare uno e non l’altro.

WINDOWS 10

  1. Dalla schermata di impostazione Display visualizzata nelle istruzioni precedenti, scorrere verso il basso fino a visualizzare Display multipli.
  2. Seleziona il menu a discesa direttamente sotto Display multipli per mostrare le tue opzioni.
  3. Il menu si espanderà per mostrare le tue scelte:
    • Duplica questi schermi: mostra lo stesso desktop su entrambi i monitor.
    • Estendi questi schermi: estendi il desktop su entrambi i monitor, usando entrambi e aumentando le dimensioni complessive dello schermo.
    • Mostra solo su 1: usa solo il monitor 1.
    • Mostra solo su 2: usa solo il monitor 2.Scegline uno e selezionalo.Per estendere il desktop in Windows Vista, scegli invece di Estendere il desktop su questo monitor  oppure In Windows XP, scegli l’opzione Estendi desktop di Windows su questo monitor.
  4. Si apre una nuova finestra che chiede se si desidera mantenere le modifiche. Conferma per mantenere il layout del monitor selezionato o seleziona Ripristina per tornare al modo in cui era.

WINDOWS 8.1 E WINDOWS 7

  1. Dalla pagina Risoluzione schermo a cui si accede alle istruzioni precedenti, trovare l’ opzione Schermi multipli.
  2. Seleziona il menu a discesa accanto a Display multipli per mostrare le opzioni disponibili.
  3. Scegli l’opzione che preferisci. Estendi desktop a questo display estenderà il desktop su entrambi gli schermi.

Potrebbe interessarti: Come registrare lo schermo su qualsiasi dispositivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.